In una domenica di luglio riscoprire il desiderio di stendersi sul prato con le persone a cui si vuole bene, con il piacere e il divertimento di un pic-nic. Questo l’obiettivo che si pone la prima festa nazionale a premi di pic-nic, che si svolgerà domenica 6 luglio nel parco di Pratolino. L’iniziativa, organizzata a scopo benefico (in aiuto della campagna di adozione a distanza “Il cuore si scioglie”) con il sostegno della Provincia di Firenze, è stata presentata a Palazzo Medici da Matteo Renzi, presidente della Giunta Provinciale, Fabio Picchi del Teatro del Sale e Claudio Vanni di Unicoop Firenze.

La giornata dei pic-nic sarà un’occasione particolare per riappropriarsi degli spazi di Pratolino e per dare nuova vita alla tradizione del mangiare all’aria aperta. Famiglie, coppie, gruppi di amici che parteciperanno alla manifestazione potranno passare una giornata tutti insieme, intorno ai cibi che hanno preparato. Una sorta di gara tra pic-nic in cui le “squadre” potranno essere composte da un minimo di 3 ad un massimo di 8 persone. Una giuria, composta, fra gli altri, da Licia Granello e Fabio Picchi, sceglierà, a suo insindacabile giudizio, i tre migliori pic-nic, non solo in base alla qualità, ma principalmente in base al grado di “affettuosità”.

I tre pic-nic che verranno ritenuti scherzosamente “i più affettuosi” saranno premiati con tre buoni spesa di 1.000, 2.000 e 3.000 euro, offerti da Coop-Firenze. Ci sarà inoltre un quarto premio che consistente in una “borsa da pic-nic” che la giuria si riserverà di attribuire “per spudorata simpatia”. Per potersi iscrivere, si potrà telefonare al numero 338 7010 147 da sabato 14 giugno, dalle 9 alle 12 e, nel solito orario, nei giorni a seguire. Per quest’anno la festa accetterà i primi 100 iscritti, coinvolgendo così circa 600 persone.

Il programma del 6 luglio prevede:
Dalle 10.30, orario di apertura del parco, si potrà cominciare a sistemare le proprie postazioni per i pic-nic che cominceranno intorno alle 12.
Alle 15 partirà l’ora del riposo.
Alle 16 inizierà la straordinaria musica dei “Dario Cecchini soul check quintet”. Dario Cecchini con il suo sax, come un flauto magico, richiamerà tutti intorno al palco di Villa Demidoff, dove Maria Cassi, nelle vesti di coordinatrice, concluderà con la scherzosa ma veritiera assegnazione dei premi.