venerdì, 7 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAbbandono scolastico, un ragazzo su...

Abbandono scolastico, un ragazzo su sei lascia i banchi prima del tempo

Oltre un ragazzo su 6 lascia i banchi di scuola prima di aver terminato il ciclo di studi. A fornire i dati provinciali è l'assessore all'istruzione Giovanni Di Fede. Che annuncia: “con i tagli governativi andrà ancora peggio”.

-

Oltre un ragazzo su 6 lascia i banchi di scuola prima di aver terminato il ciclo di studi. A fornire i dati è l’assessore provinciale all’istruzione Giovanni Di Fede. Che annuncia: “con i tagli governativi andrà ancora peggio”.

TAGLI. Sì perché i tagli andranno a incidere non solo ma soprattutto sulle politiche attive contro l’abbandono scolastico. “I dati sull’abbandono scolastico in provincia di Firenze come nel resto del Paese – dichiara Di Fede, che oggi era a Roma per conto dell’Upi nazionale – sono destinati ad aggravarsi se dovesse essere confermata la carenza di fondi che è emersa questa mattina nel corso dell’audizione della Commissione bicamerale sull’infanzia e l’adolescenza”.

TECNICI E PROFESSIONALI I PIU’ ABBANDONATI. Ad essere maggiormente colpiti dal fenomeno dell’abbandono sono soprattutto gli Istituti tecnici e i professionali. “In particolare, in provincia di Firenze – ha reso noto l’Assessore Di Fede – le difficoltà maggiori riguardano le politiche attive contro l’abbandono scolastico. Emerge anche una carenza di corsi di italiano rivolti a quell’11,5% di studenti stranieri che frequenta le scuole secondarie fiorentine”.

CATEGORIE DEBOLI. “Si tratta di tagli – conclude l’assessore – che vanno a colpire prevalentemente due categorie deboli: i ragazzi che decidono di abbandonare gli studi e che dunque hanno bisogno di un sostegno per un nuovo inserimento e gli studenti stranieri che necessitano di un valido percorso formativo per completare appieno il processo di integrazione”.

Ultime notizie