Dal suo sito www.matteorenzi.it, il presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi – 33 anni, esponente del Pd, al primo mandato – si esprime su quanto anticipato dall’agenzia Ansa in merito all’abolizione delle Province metropolitane. “Se queste notizie saranno confermate – afferma Renzi – si apre una fase positiva e interessante per il Paese. La semplificazione del quadro istituzionale, con l’abolizione di alcune Province, stava già nelle proposte di Walter Veltroni che ho convintamene appoggiato”.

“Il problema infatti non è cosa faremo ‘da grandi’ io e i miei colleghi – continua il presidente della Provincia di Firenze – il problema è capire se questo Paese è nelle condizioni di aprire una pagina nuova, più semplice e più efficiente”. “Se penso al lavoro fatto in questi primi quattro anni non ho certo l’impressione di aver rappresentato un ente inutile – precisa Renzi – dalla previsione del termovalorizzatore per i rifiuti alla realizzazione di strade attese da quarant’anni, dalla gestione delle scuole al recupero dell’Arno. Molto abbiamo fatto e molto faremo in attesa di chiarezza da Roma, ma si tratta di un lavoro che può essere realizzato benissimo anche in un altro quadro istituzionale, purché chiaro e senza sovrapposizioni”.

Non appartengo ad una casta – conclude il presidente della Provincia – e trovo insopportabile l’idea che per realizzare le riforme si debba sempre partire dagli altri. Sfidiamolo questo Governo, anziché subirlo. E vediamo se è capace di passare dalle chiacchiere ai fatti, senza arroccarci in un catenaccio difensivo”.