lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAd Amos Oz le chiavi...

Ad Amos Oz le chiavi della città

Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha consegnato questa mattina le chiavi della città allo scrittore israeliano Amos Oz. L'occasione è stata data dall'evento “Banalità del male”, organizzato al Mandela Forum dalla Regione per la Giornata della Memoria.

-

Alla presenza di ospiti e testimoni delle persecuzioni naziste e di 9.000 ragazzi delle scuole superiori toscane, il primo cittadino fiorentino si è rivolto ai ragazzi con una raccomandazione: “Siate degni del regalo che vi ha fatto la Regione con questa splendida mattinata. Voi siete la nostra speranza e della speranza abbiamo sempre bisogno”.

Prima di incontrare Amos Oz, il sindaco Renzi ha consegnato le medaglie d’onore, concesse dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a ex deportati e internati fiorentini nei lager nazisti e ai familiari dei deceduti.

Le medaglie d’onore sono state consegnate ad Alfio Andreini, Adriano Bellatti, Leonardo Calossi, Lino Cristini, Dino Farsini, Silvano Favilla, Giuliano Foraboschi, Vincenzo Martini, Arturo Perruccio, ai familiari di Natale Borsetti, Renato Fanfani, Ezio Fredducci, Gino Guercini, Giuliano Mascalchi, Guido Rossi, Giacomo Vicenzo. I riconoscimenti saranno consegnati anche a Paolo Pogliani e ai familiari di Onorio Palli, che oggi non erano presenti in Palazzo Vecchio.

Ultime notizie