martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Aeroporto, approvato il masterplan per...

Aeroporto, approvato il masterplan per la nuova pista

-

Arriva l’approvazione definitiva per il masterplan dell’aeroporto di Firenze, il progetto di ampliamento che comprende la realizzazione della nuova pista. La Conferenza dei servizi si è conclusa con parere positivo, di fatto dando il via libera alla fattibilità dell’opera.

Aeroporto Firenze, la Conferenza dei servizi approva

La Conferenza si è riunita oggi per la quarta volta dopo una serie di rinvii, l’ultimo dei quali lo scorso 29 gennaio per la mancanza di un parere formale del Ministero per i beni culturali. Di nuovo convocata per oggi al Ministero dei trasporti a Roma, erano presenti il presidente della Toscana Enrico Rossi, l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai e il vicepresidente esecutivo Roberto Naldi, oltre a rappresentanti di tutti gli enti pubblici e delle società interessate.

La seduta si è aperta proprio con la ricezione del parere positivo del Mibact ed è proseguita con il riepilogo delle posizioni degli enti rappresentati, ricordando i pareri favorevoli e quelli contrari. È stata quindi approvata l’intesa Stato-Regione che apre la strada al piano di ampliamento dell’aeroporto Vespucci.

Nardella: ''Grazie a Firenze, la strada ora è segnata”

“Ci siamo”, ha commentato su Facebook il sindaco Dario Nardella. “Finalmente la conferenza dei servizi ha approvato il masterplan dell’Aeroporto di Firenze. È un traguardo straordinario al quale siamo arrivati solo grazie alla tenacia e alla determinazione di molti di noi. Ringrazio tutta la città che mi ha incoraggiato e sostenuto nel portare avanti le nostre ragioni a favore di un progetto di ampliamento che porterà piu di mille nuovi posti di lavoro e nuove opportunità di crescita per Firenze e la Toscana e risolverà i problemi annosi che affliggono i cittadini di Brozzi, Quaracchi e Peretola. La strada è segnata: la Toscana avrà finalmente un sistema aeroportuale all’altezza grazie all’integrazione degli scali di Pisa e Firenze, contro ogni ottuso campanilismo e contro ogni tentativo di bloccare lo sviluppo per motivi politici”.

Rossi: ''Ora il governo si impegni''

“L’adeguamento dell’Aeroporto Vespucci di Firenze ci sarà”, ha scritto su Facebook il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “C'è finalmente il parere positivo della Conferenza dei servizi sul masterplan. La procedura si è conclusa con l'intesa Stato-Regione, che determina l'approvazione dell'opera. Ora il governo si impegni e non sottragga risorse alla Toscana”.

La soddisfazione di Carrai

“Accogliamo con soddisfazione la conclusione dei lavori della Conferenza dei servizi – ha affermato il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai – che sanciscono la conformità urbanistica del masterplan dell'aeroporto di Firenze, la cui realizzazione consentirà di dotare la città di Firenze e l'intera Toscana di un'infrastruttura strategica per rispondere alla domanda inevasa di traffico in regione e di risolvere i limiti strutturali dell'attuale pista”.

Ultime notizie

Babbo Natale passa anche col Covid? I consigli della psicologa del Meyer

Tanti bambini chiedono se Babbo Natale passerà anche quest'anno, nonostante il coronavirus. Il Reporter ha chiesto consiglio a una psicologa infantile del Meyer su come vivere queste strane feste insieme ai più piccoli

Quanti contagiati oggi in Italia: record di morti e casi in aumento

I dati del 24 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid Toscana 24 novembre: contagi sotto quota 1.000. I dati del bollettino

Giù nuovi contagi, ricoverati e persone attualmente positive. Resta alto il numero dei morti. I principali del del bollettino Covid della Regione Toscana, aggiornato al 24 novembre 2020

Dove si può viaggiare nonostante il Covid

Sembra strano, ma andare all'estero è ancora possibile: i paesi dove si può viaggiare e le regole in vigore fino al 3 dicembre