domenica, 14 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaQuando è prevista la fine...

Quando è prevista la fine dei lavori della tramvia per San Marco

Qualche intoppo ha provocato ritardi nel cantiere, ma arrivano le date dei primi test su rotaia per la variante al centro storico. Intanto a marzo partiranno le opere per la linea 3

-

- Pubblicità -

Con almeno due mesi e mezzo di ritardo rispetto alla tabella di marcia iniziale, si avvicina la fine dei lavori per la tratta della tramvia tra la Fortezza e piazza San Marco (la cosiddetta VACS – Variante al centro storico di Firenze). In questi giorni sono comparse le strutture delle prime due fermate su viale Lavagnini, dove sono stati installati anche i primi bracci di sostegno della linea di alimentazione. E arrivano pure le date dei test su rotaia. Intanto a marzo è prevista la partenza dei cantieri per la linea 3 ma che, almeno in una fase iniziale, non impatteranno più di tanto sul traffico.

I primi test e la fine dei lavori per la tramvia verso San Marco

La prima data da segnare sul calendario è il 19 aprile. In quel giorno scatteranno le prove di sistema della tramvia, con i convogli che faranno i test sui binari presenti tra la Fortezza da Basso e piazza della Libertà, dove i lavori per la VACS sono in fase più avanzata. A indicare questi tempi è stato l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze Stefano Giorgetti, intervistato da Novaradio. Il lavoro degli operai in questo momento si sta concentrando sul braccio della linea che passerà da via La Pira e via La Marmoma, con opere più complesse del previsto.

- Pubblicità -

Successivamente le verifiche interesseranno la seconda porzione del percorso, con il tram che, senza passeggeri a bordo, percorrerà i binari tra piazza della Libertà e piazza San Marco. Questa fase, ha annunciato nei giorni scorsi il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, è prevista a giugno.

Quando entrerà in funzione la VACS?

Ma per vedere la fine di tutti lavori della tramvia tra la Fortezza e San Marco, compresi i ritocchi finali, servirà ancora tempo. Sia il governatore Giani sia Giorgetti hanno detto che la variante al centro storico sarà pronta per l’entrata in funzione e le prime corse (con passeggeri a bordo) sicuramente a settembre, in tempo per l’inizio del prossimo anno scolastico. “Però noi lavoriamo perché tutto questo avvenga prima”, ha aggiunto Giorgetti.

- Pubblicità -

Per arrivare a questo traguardo serviranno i collaudi e l’ok del Ministero dei Trasporti. Con la fine dei lavori, la VACS entrerà a fare parte dell’itinerario della linea 2 della tramvia, che quindi dopo piazza dell’Unità proseguirà verso la Fortezza (sfruttando i binari impiegati oggi dalla T1) e poi svolterà su viale Lavagnini per arrivare prima a piazza della Libertà e poi – tramite via Cavour – a San Marco. Da lì tonerà indietro da via La Pira e via La Marmora riaggancciandosi al tracciato a doppio binario all’altezza di viale Matteotti (qui percorso completo e fermate della Vacs).

Secondo la tabella di marcia iniziale stilata da Palazzo Vecchio i cantiere sarebbero dovuti finire a marzo 2024 con il taglio del nastro a maggio. Al netto di eventuali imprevisti. E qualche sorpresa inaspettata durante i lavori per la nuova tramvia c’è stata, ad esempio la massicciata di cemento armato che è venuta alla luce tra la basilica di San Marco e via La Pira, come riportato dal Corriere Fiorentino, allungando i tempi.

- Pubblicità -

I primi lavori della linea 3 a marzo, anche nella zona Giannotti-viale Europa

Intanto, parallelamente alle opere finali per la tratta Fortezza-San Marco sta per partire un’altra importante partita di lavori, quella per la linea 3 della tramvia tra piazza della Libertà e Bagno a Ripoli. Giorgetti, sempre ai microfoni di Novaradio, ha affermato che a marzo scatteranno i primi cantieri che però non impatteranno sul traffico: si partirà dalla realizzazione del nuovo Ponte sull’Arno tra Bellariva e Gavinana (anche per permettere in futuro la chiusura di Ponte a Verrazzano per la posa dei binari), del deposito a Bagno a Ripoli e dei parcheggi scambiatori di viale Europa.

Previste, sempre a marzo, asfaltature nelle zone limitrofe a viale Giannotti e a viale Europa. Non si tratterà dei cantieri veri e propri della tramvia, ma di opere preventive che creeranno nuovi posti auto per quando l’area sarà effettivamente interessata dai lavori della linea 3. Ma per le tempistiche precise bisognerà attendere. Entro i primi giorni di marzo sarà presentato il cronoprogramma delle opere.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -