giovedì, 24 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAl via "Il centro io...

Al via “Il centro io lo vivo”: tavolini in strade e piazze

Parte questa sera l’iniziativa che permette a decine di locali e ristoranti di sistemarei loro tavolini nelle strade e le piazze del centro storico. Rilasciate 44 concessioni.

-

Parte stasera “Il centro io lo vivo”, l’iniziativa che permette a decine di locali e ristoranti di piazzare i loro tavolini nelle strade e le piazze del centro storico. Ieri gli uffici dello Sviluppo economico hanno rilasciato 44 concessioni ad altrettanti locali che ogni settimana, dal giovedì al sabato, potranno offrire ai loro clienti la possibilità di cenare all’aperto per godersi al meglio la città.

ORARIO. L’orario è dalle 19 alle 24 con due deroghe: in Santo Spirito tutti i giorni e in via Martelli tutti i giorni a partire dalle 11.

NOVITA’. E c’è una ulteriore novità: ieri il vicesindaco Dario Nardella ha scritto alle associazioni di categoria per proporre di organizzare insieme all’amministrazione un concorso per l’arredo più bello dell’estate, fra tutti quelli dei locali che partecipano all’iniziativa. Le strade interessate sono per ora 25, ma ci sono ancora alcuni casi per cui sono in corso ulteriori approfondimenti.

CONCESSIONI. Le concessioni, concordate dopo i sopralluoghi sulla sicurezza della task force della Prefettura composta da rappresentanti di questura, carabinieri, vigili del fuoco, Comune, Polizia municipale, 118 e associazioni di categoria, sono state rilasciate per piazza Santo Spirito, via Martelli, piazza San Giovanni (Duomo), via Calzaiuoli, via Faenza, via Calimala, via Il Prato, via Michelozzi, piazza Alberighi, Orsanmichele, via dei Neri, via dei Cerchi, via dei Macci, via Isola delle Stinche, via Matteo Palmieri, piazza San Pier Maggiore, borgo Albizi, via Pietrapiana, piazza Sant’Ambrogio, borgo La Croce, borgo dei Greci, via Porta Rossa, via del Parione, via Por Santa Maria e via del Corso.

“Quest’anno con la Prefettura abbiamo fatto un lavoro molto minuziuoso e preciso, che sarà prezioso anche per le edizioni dei prossimi anni – spiega il vicesindaco Nardella – ed oltre alle esigenze di sicurezza, abbiamo voluto tenere ben presente anche l’aspetto del decoro: gli operatori coinvolti se ne dovranno far carico, prevedendo forme aggiuntive e migliorative di accoglienza e arredo urbano, anche con addobbi floreali. Per questo abbiamo deciso di lanciare il concorso, che mi auguro possa essere condiviso da tutti. Io ho intenzione di visitare le strade interessate, per verificare personalmente la risposta degli operatori”.

Ultime notizie