lunedì, 19 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Alla scoperta dei Rom

Alla scoperta dei Rom

Dal 13 al 24 ottobre sarà visibile la mostra "Segnaletica Invisibile".

-

 

Una documentazione fotografica e narrativa, che testimonia un percorso di integrazione sociale e allo stesso tempo un legame alle proprie tradizioni. Un’iniziativa, dal titolo “Immagini per l’accoglienza” che raccoglie due importanti mostre, che verranno allestite nel Cortile della Dogana: “In cammino nel tempo” che verrà inaugurata domani alle 17 e sarà visibile fino al 24 ottobre e “Segnaletica Invisibile” che verrà esposta a partire dal 13 fino al 24 ottobre.

“Questo mese di ottobre – ha spiegato l’assessore all’accoglienza e integrazione Lucia De Siervo – lo dedichiamo ai temi dell’accoglienza con varie iniziative, per mettere in risalto la conoscenza e l’incontro di tutte le comunità presenti a Firenze. Le due mostre che presentiamo stamani vogliono rappresentare un tipo di approccio diverso alle politiche dell’accoglienza e dell’integrazione, che daranno la possibilità ai visitatori di conoscere momenti di vita quotidiana, feste religiose e luoghi di aggregazione di altre comunità presenti nel nostro territorio”.

“E’ importante che questa iniziativa – ha proseguito l’assessore Cristina Bevilacqua – diventi itinerante in tutta la città, perché è un’occasione per i cittadini di conoscere, attraverso delle foto artistiche, momenti importanti di vita quotidiana del popolo Rom, presente da anni a Firenze e un modo per favorire l’integrazione”. “Infatti – ha proseguito la presidente  del Quartiere 5 Stefania Collesei – la mostra verrà ospitata nei locali del Quartiere 5 il prossimo anno, dal 20 al 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, per non dimenticare un popolo che ha vissuto le sofferenze e le persecuzioni durante la seconda guerra mondiale”.

Ko Phiripè e Waktesa – In cammino nel tempo” di Massimo D’Amato, testi di Demir Mustafa e Zoran Lapov, è una documentazione fotografica che “racconta” il percorso che i rom macedoni e kosovari, arrivati a Firenze anni fa, hanno vissuto e vivono nella continua ricerca di un equilibrio tra la difesa delle proprie tradizioni, l’inserimento nella vita cittadina, l’influenza e gli scambi reciproci con il nuovo contesto socioculturale. La mostra di D’Amato ripercorre momenti di storie e generazioni diverse, di coloro che sono scappate dalle guerre balcaniche e chi è nato a Firenze e si sente a tutti gli effetti cittadino italiano. “L’intento della mostra – ha spiegato Massimo D’Amato – è mettere a confronto la dimensione collettiva e la dimensione individuale dell’identità rom di origine macedone e kosovara, vissuta in un nuovo contesto tra riti religiosi, feste tradizioni e momenti quotidiani”.

La mostra “Segnaletica invisibile- un’immagine una storia”, a cura di Margherita Primi, Natalia Bavar e Siavash Laghai, nasce dopo il volume “Nuova cittadinanza”, dove sono raccolte le varie comunità presenti a Firenze. Quello che verrà esposto in Palazzo Vecchio è una documentazione fotografica e narrativa che percorre le strade e le relazioni tra la cittadinanza multiculturale e Firenze. “In quattro anni di ricerca sul campo – hanno spiegato i rappresentanti dell’associazione L.a.m.ì – sono state documentate le aree di incontro e di scambio delle comunità straniere, i luoghi aggregativi e di culto, i luoghi del commercio, le feste e l’arte, la vita quotidiana e i volti che si incontrano tutti i giorni”.

“Siamo lieti di ospitare questa mostra – ha sottolineato la presidente del consiglio degli stranieri Divina Capalad – che nasce da una collaborazione di ricerca e di raccolta delle comunità straniere a Firenze, pubblicato in un volume nel 2006. Quindi, ben vengano queste iniziative che fanno emergere e conoscere tante comunità, e che testimoniano come Firenze, in questi anni sia diventata sempre più una città multiculturale e accogliente”.

Ultime notizie

Come fare il tampone in Toscana e come si prenota online

Prenotazioni e referti anche via web, in arrivo i test rapidi per i ragazzi delle scuole: le novità in Toscana

Parcheggio gratis nelle strisce blu di Firenze: come richiedere il bollino

Un abbonamento (sperimentale) con cui i residenti possono parcheggiare l'auto gratis anche nelle zone fuori dal proprio quartiere: come funziona e come richiedere il nuovo bollino per la sosta

Protocolli di sicurezza nelle palestre: le regole anti-Covid del dpcm (pdf)

Dopo il dpcm del 18 ottobre in arrivo nuovi protocolli di sicurezza anti-Covid per palestre e piscine: ecco intanto le norme già in vigore

Nuovo Dpcm 18 ottobre, il testo integrale in Gazzetta ufficiale (pdf)

Presentato il nuovo decreto, il Dpcm 18 ottobre, ecco il testo integrale (pdf) del decreto e degli allegati pubblicati in Gazzetta ufficiale