L’ordigno era stato confezionato con una bomboletta da campeggio collegata a una miccia di carta, imbevuta di liquido infiammabile, a cui era stato appiccato fuoco, ma che per fortuna si è subito spenta. Il rabbino ha parlato di “un gesto molto grave” mentre il sindaco Domenici ha espresso la propria solidarietà alla comunità ebraica.