L’ennesimo attacco omofobico è avvenuto ieri notte, 1° settembre, nella gay street di San Giovanni Laterano a Roma. Due naziskin, lanciando due bombe carta, hanno creato il panico  tra i presenti e ferito un giovane. Dopo questo episodio Arcigay Firenze esprime solidarietà e vicinanza agli attivisti delle associazioni LGBT  e alla comunità in genere, che in queste ore si trovano a gestire una difficile emergenza con coraggio e determinazione.

 “Da mesi, ormai, viviamo in un clima di omofobia, razzismo e xenofobia tipico di uno Stato repressivo” denuncia Arcigay Firenze Il Giglio Rosa “Le recenti molteplici aggressioni alle persone LGBT ci spingono a dover chiedere e agire di più, a doverci mostrare di più, fronteggiando a testa alta chi non rispetta i diritti fondamentali dell’altro né la sua dignità. Dobbiamo impedire che gli intolleranti si sentano legittimati ad agire dall’indifferenza delle istituzioni centrali e spesso dalla superficialità delle autorità nel trattare i casi di violenza. In un giorno in cui a Firenze ritornano in cronaca gli assalti nazi-fascisti della gang dell’Isolotto, sentiamo anche di dover manifestare la nostra vicinanza ai residenti del Quartiere 4, terrorizzati dall’escalation di violenza e vandalismo portata avanti dai giovani naziskin. Noi non abbiamo paura e continueremo a stare accanto ai gay, alle lesbiche, ai transgender e a tutte le persone in difficoltà per chiedere giustizia e vera sicurezza.”

L’associazione si augura un affiancamento da parte delle istituzioni comunali e provinciali, per studiare assieme interventi significativi di contrasto alla discriminazione.

Domani, giovedì 3 settembre alle 21, Arcigay Firenze “Il Giglio Rosa” ha organizzato, presso la propria sede in via di Mezzo 39/r, un’urgente riunione in cui invita a partecipare oltre che i soci, le associazioni LGBT e gli esponenti istituzionali di Comune e Provincia, anche la società civile e tutti coloro che vogliano ristabilire la civiltà nel Paese. L’associazione intende infatti organizzare una forte azione cittadina di contrasto agli attacchi all’omofobia e alla diversità in genere.