In via Canova, dunque, nasceranno 124 alloggi sociali e “verdi”: 24 + 36 alloggi di edilizia sovvenzionata realizzati da Casa Spa, 20 in affitto permanente a canone moderato realizzati da Casa Spa, 20 in affitto permanente a canone moderato realizzati da Affitto Firenze Spa, 24 in vendita realizzati dall’Impresa Costruzioni Spagnoli Spa), spazi commerciali, spazi pubblici di quartiere, verde pubblico, parcheggi, opere difesa idraulica.

Tanti gli obiettivi del programma: prima di tutto coniugare socialità e alta efficienza energetica; ma anche elevare la qualità insediativa attraverso la riqualificazione del tessuto urbano e la creazione di una pluralità di funzioni integrate al quartiere; e ancora aumentare la presenza dei servizi pubblici sotto il profilo qualitativo e quantitativo; senza dimenticare la risposta all’emergenza abitativa tramite la realizzazione di nuovi alloggi per favorire le categorie economiche medio-basse.

“Questo intervento – sottolinea l’assessore alle politiche per la casa Paolo Coggiola – è un esempio di integrazione fra risorse pubbliche e private finalizzato a dare risposte differenziate per diverse fasce sociali rispetto al problema dell’abitare. Infatti troveranno soddisfazione cittadini che hanno la possibilità di acquistare un alloggio, quelli che possono sostenere canoni d’affitto concordati e coloro che hanno capacità di sostenere solo affitti sociali. Una politica abitativa insomma, che non separi i ricchi, i poveri, gli intermedi. Una filosofia d’intervento perfettamente in linea con gli indirizzi europei che vedono, nel criterio della riqualificazione urbana, quello della massima integrazione e coesione sociale”.

“Con l’approvazione di questo Piano urbanistico convenzionato – aggiunge il presidente della commissione consiliare urbanistica Antongiulio Barbaro – si concretizza la pianificazione di un insieme di interventi edilizi caratterizzati da un forte valore sociale, progettati peraltro con grande attenzione all‘organizzazione urbana e alla qualità, anche ecologica, dell’edificato. Proporrò alla commissione di condurre all’inizio dell’anno un sopralluogo nella zona per verificare lo stato di attuazione dei diversi interventi in corso e previsti”.

Una delle peculiarità dell’intervento è la sperimentazione di soluzioni avanzate in grado di aumentare le prestazioni energetiche degli edifici e i livelli di comfort naturale. In particolare si è operato su due livelli: sono stati adottati criteri bioclimatici, ottimizzando l’assetto insediativo e sfruttando in modo gratuito le potenzialità del clima, del sole, del vento, e si è puntato a realizzare elevati livelli di risparmio energetico e di comfort estivo. Nel dicembre 2007 il fabbricato per 20 alloggi in affitto permanente a canone calmierato del Comune di Firenze (progettato e realizzato da Casa Spa) è stato ammesso al finanziamento della Regione Toscana D.E.A. (Distretti Energetici Abitativi) per alloggi ad altissima efficienza energetica. L’efficienza energetica del fabbricato è ampiamente testimoniata dal valore di progetto del fabbisogno energetico dei 20 alloggi, pari a 24,50 kwh/mq anno, contro un indice di prestazione energetica applicabile dal 2008 di 55,61 kwh/mq anno, con una riduzione del fabbisogno energetico rispetto al valore limite del 55,9%. Il progetto è il frutto della sinergia tra diversi soggetti, ovvero Comune di Firenze, Consiglio di Quartiere 4, Casa Spa, Affitto Firenze, Costruzioni Spagnoli, Eos Consulting.