sabato, 8 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAnche Firenze avrà il suo...

Anche Firenze avrà il suo brand: il web contest è 2.0 (e aperto a tutti)

L'inconfondibile scritta I love New York, la sirenetta di Copenhagen, quell’ ‘I am-sterdam’ che ci fa sentire subito olandesi, il richiamo all’immagine della torre Eiffel che spunta sotto la scritta Paris. Sono tante le città identificate da un marchio e Firenze non vuole essere da meno.

-

Ogni grande città ha un proprio brand, un simbolo di riconoscimento che la caratterizza agli occhi del mondo. Presto anche Firenze avrà il suo.

 

Il Comune ha lanciato oggi un contest internazionale on line per trovare un logo innovativo che caratterizzi per il futuro la città. Da oggi e fino al 14 ottobre, data di scadenza del contest, chiunque, designer, creativi, artisti, singoli o società, potranno farsi avanti e provare a inventare la loro idea di Firenze.

L’approccio scelto dal Comune di Firenze è completamente originale: anziché rivolgersi a un’agenzia di comunicazione o fare una selezione tradizionale, ha preferito affidarsi a una sorta di ‘concorso 2.0’ sul web così da rendere la partecipazione il più possibile democratica, facile e trasparente.

Al termine il Comune riceverà copia delle proposte pervenute senza alcun riferimento al nome dell’autore e sceglierà i trenta migliori lavori (che saranno inseriti in un albo ufficiale) e tra questi il primo classificato, che vincerà un premio di 15 mila euro messi a disposizione da Audi.

Il marchio sarà utilizzato per la promozione di Firenze a livello nazionale e internazionale, per la comunicazione delle innovazioni e dei cambiamenti della città, per la comunicazione culturale e turistica, ma anche in ottica commerciale, mediante attività di merchandising e licensing, e come contrassegno di qualità di eventi, luoghi, prodotti e servizi dell’amministrazione comunale e del territorio.

Il brand non dovrà quindi essere semplicemente una rivisitazione dei classici simboli cittadini, dal Giglio al David alla Cupola del Brunelleschi, ma dovrà anche richiamare la vocazione contemporanea della città con riferimenti all’innovazione, alla bellezza, al dinamismo, alla produttività e all’internazionalità.

“Firenze non è un brand ma avrà un brand – ha spiegato il sindaco Matteo Renzi, – perché avere un brand significa essere riconoscibile a livello mondiale e anche ricavare denaro che è nostra intenzione reinvestire in cultura, così come fatto per il contributo di soggiorno”. 

Il concorso e le regole sono visibili sul sito http://zooppa.com/it-it/contests/firenze/brief

Ultime notizie