sabato, 24 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Anziani, scatta l'allerta caldo

Anziani, scatta l’allerta caldo

L'Estate è ormai alle porte, e con l'arrivo del caldo aumenta l’attenzione per gli anziani che restano in città. Dal 1° luglio scatta il potenziamento dei servizi: via libera della Società della Salute. Già attivo il numero verde 800/801616 da chiamare in caso di bisogno. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

-

Con l’arrivo del caldo aumenta l’attenzione per gli anziani che restano in città. Nel mirino soprattutto le conseguenze che le condizioni climatiche e la solitudine possono avere sulle persone in là con gli anni. Come consueto la Società della Salute ha predisposto una serie di attività che, fino a settembre, andranno a integrare i servizi già in funzione. Gli atti relativi sono stati approvati ieri dall’esecutivo della Società della Salute.

Qualche numero può essere utile per capire meglio il mondo degli anziani a Firenze: al 31 dicembre 2008 gli over 65 erano 94.850 pari al 26% circa della popolazione: di questi più della metà (50.648) ha più di 75 anni. Gli over 85 erano 15.494, gli ultranovantenni 4.417. Numeri che diventano ancor più significativi se si considera gli anziani che vivono soli: ben 30.612 gli over 65 (praticamente uno su tre), 20.511 gli over 75, 14.496 gli ultraottantenni e 2.560 gli ultranovantenni. Se poi si considera il dato degli anziani soli negli ultimi dieci anni (1999-2008), appare chiaro come il fenomeno sia aumentato in modo rilevante. Gli anziani ultra 74enni sono passati da 45.171 a 50.642 con un incremento del 12,1% e gli anziani soli nella stessa fascia di età sono invece incrementati del 19,4% (da 17.177 a 20.511). Tutto questo significa che aumentano proprio quegli anziani che, essendo più sottoposti a malattie e processi di perdita dell’autonomia, hanno più bisogno sia in termini di servizi sociali che di prestazioni sanitarie.

Per far fronte alle richieste, l’Amministrazione comunale e la Società della Salute da tempo hanno una serie di servizi aggiuntivi in funzione tutto l’anno e che si aggiungono alle classiche prestazioni sociosanitarie. Servizi che nel periodo estivo vengono ulteriormente rafforzati per far fronte alle necessità degli anziani che restano in città, in particolar modo quelli soli. Oltre al numero verde 800/801616 (in funzione per tutto l’anno 24 ore su 24) cui chiedere sostegno e aiuto, verrà potenziata anche la sorveglianza attiva, ovvero il sistema rivolto agli over 75 anni con particolari patologie attivato in condizioni climatiche critiche. Confermati inoltre i pasti a Montedomini e le iniziative di socializzazione. Sempre validi inoltre i consigli preventivi utili per affrontare il caldo: non uscire nelle ore più calde e limitare le attività all’aperto, idratarsi e bere molto, preferire cibi facilmente digeribili (come per esempio la frutta e verdura), indossare abiti chiari e leggeri, cercare refrigerio dove possibile. Il programma di interventi viene gestito in collaborazione con Montedomini, le Pubbliche Assistenze e le Misericordie di Firenze, le Reti di Solidarietà, l’Ancescao, l’Auser e la Uisp. Senza dimenticare l’importante contributo della Protezione Civile. Vediamo in dettaglio le opportunità a disposizione degli anziani.

Aiuto estate anziani
Si tratta della “sorveglianza passiva”, un pacchetto di servizi aggiuntivi in risposta all’emergenza sociale: in funzione no stop tutto l’anno, dal 1° luglio al 6 settembre l’attività viene potenziata. Sono interventi che vanno dalla semplice compagnia e alla spesa a domicilio, dal sostegno per le attività quotidiane a interventi di assistenza vera e propria destinati agli over 65enni. Assicurare insomma un riferimento stabile per tutti coloro che in ragione dell’età, dello stato di solitudine e della limitata autonomia personale possono venire a trovarsi in un improvviso stato di bisogno. E quindi attivare, in caso di necessità, interventi di assistenza domiciliare, accompagnamenti, commissioni, spesa e pasti a domicilio e via dicendo. Ma anche fornire informazioni sulle attività organizzate in città, sui servizi in funzione, sui negozi aperti e garantire un sostegno telefonico per alleviare la solitudine, più avvertito nel periodo estivo. L’utente deve semplicemente fare una telefonata al numero verde 800/801616 tutti i giorni, compreso i festivi, 24 ore su 24. Rispondono gli operatori della centrale operativa attivata presso Montedomini, in funzione tutto l’anno e che in estate viene rafforzata.

Sorveglianza attiva
E’ rimasta in funzione anche la cosiddetta “sorveglianza attiva”, il servizio attivato nell’estate del 2004 dalla Regione Toscana e rivolto agli anziani over 75 anni la cui condizione di rischio (persone affette da cardiopatie, iperetensione, insufficienze respiratorie, patologie del sistema nervoso, patologie vascolari, epatiche e renali, diabetici) viene segnalata dalla rete dei servizi (medici di famiglia, ma anche servizi sociosanitari territoriali e Aiuto Anziani) e che viene modulato sulla base delle effettive condizioni climatiche e dei livelli di allarme comunicati dalla Protezione Civile. Ovviamente nelle altre stagioni il sistema funziona a scartamento ridotto, tenendo sotto controllo gli utenti con contatti meno frequenti rispetto all’estate. In questi giorni, con l’arrivo del caldo, il servizio è tornato a pieno regime integrandosi con il Telecare, anch’esso in funzione tutto l’anno. In concreto la “sorveglianza attiva” viene effettuata tramite contatto telefonico e/o visita domiciliare. L’intensità della sorveglianza è variabile sulla base delle effettive condizioni climatiche e dei livelli di allarme comunicati dalla Protezione Civile, che riceve i relativi bollettini dal “Sistema di allarme biometeorologico per la prevenzione degli effetti del caldo sulla popolazione” istituito dalla Regione Toscana. I bollettini segnalano le condizioni di rischio per la salute per il giorno stesso e per i due giorni successivi (da nessun allarme a emergenza) rendendo così possibile l’attivazione di interventi differenziati in relazione alla gravità dell’allarme previsto. Concretamente si tratta di un contatto telefonico con gli anziani a rischio, tarato in base alle condizioni atmosferiche: più aumenta il rischio, più frequenti saranno le telefonate di controllo (fino a una telefonata tutti i giorni). Nel corso dei colloqui telefonici gli operatori verificano se il comportamento degli anziani è appropriato alle condizioni meteorologiche e nel caso forniscono informazioni utili per modificare comportamenti errati. In caso di rilevato rischio per la salute vengono allertati i presidi sanitari e ovviamente i familiari. Se l’anziano non risponde al telefono sono prima informati i parenti, poi viene effettuato un sopralluogo per verificare la situazione e nel caso avvertita la forza pubblica.

Ricoveri temporanei
Rientrano nel pacchetto dei servizi estivi anche i ricoveri temporanei degli anziani nelle residenze sanitarie assistenziali (RSA) e nelle residenze assistite (RA) nel periodo estivo. Questo servizio vuole rispondere alla domanda, sempre crescente, di ricoveri temporanei da parte delle famiglie che accudiscono in casa un anziano e che, soprattutto in estate, hanno necessità di un periodo di sollievo dagli impegni quotidiani. I ricoveri temporanei possono durare da 15 giorni a due mesi e riguardano anziani autosufficienti e non autosufficienti. Gli anziani nel periodo di ricovero pagano la normale retta calcolata in base al reddito.

Pranzi e cene in amicizia
Confermati anche i pranzi e le cene in amicizia al self service dell’ASP (Azienda per i servizi alla persona e polo cittadino dedicato agli anziani) Montedomini. Anche in questo caso il servizio, dedicata agli over 65enni, è attivo tutto l’anno e consiste nella possibilità di pranzare o cenare ad un costo di un euro. Si tratta di un servizio di supporto a quegli anziani che non sono in condizione di dover richiedere i pasti a domicilio, ma per i quali la preparazione del pranzo o della cena può costituire una difficoltà. Inoltre rappresenta un supporto per quanto riguarda l’alimentazione più corretta rispetto alle condizioni meteorologiche. Gli interessati devono prenotare ai numeri 055/2339600 e 055/2339601 oppure al numero verde 800801616. L’anziano partecipa alla spesa del pasto con un contributo di un euro a fronte di un costo di 7 euro.

Vacanze anziani
Confermate anche le vacanze anziani organizzate dai consigli di Quartiere. Il servizio offre una vasta gamma di soggiorni estivi quindicinali (da giugno a settembre) in località marine, montane e termali con la formula “tutto compreso”. L’anno scorso sono stati 2.432 gli anziani che hanno usufruito di questa possibilità.

Attività di socializzazione e svago
Torneranno anche le iniziative di socializzazione e svago, programmate dalla Società della Salute insieme ad Ancescao, Auser e Uisp. Si tratta di opportunità particolarmente importanti perché lo svago, la compagnia e le attività rappresentano un elemento fondamentale per la buona salute degli anziani. Ricco il programma che spazia tra gli eventi ludico-ricreativi alle gite, dalle visite ai musei alle attività motorie fino agli spettacoli. Per informazioni contattare l’Ancescao (055/2343021), l’Auser (055/674573) e l’Uisp (055/6583523).

Ultime notizie

L’Insolita Trattoria Tre Soldi di Firenze: quando il piatto trae in inganno

In via d'Annunzio nasce una trattoria 'insolita' di nome e di fatto: qui i piatti non hanno niente di canonico o ordinario e sono una continua sorpresa per gli occhi e per il palato.

Vaccino antinfluenzale 2020 in Toscana: quando, dove e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Ludopatia: il Covid non ferma il gioco d’azzardo patologico

Aumentano i giocatori d’azzardo patologici e si temono gli effetti della crisi Covid. Una cura c’è, ma bisogna agire subito

AAA cercasi idee per il Fantafondo di via Rocca Tedalda

Il centro Fantafondo di Rovezzano lancia un progetto di aggregazione attraverso lo sport. Dedicato a tutto il quartiere