giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Arrestato Vittorio Cecchi Gori

Arrestato Vittorio Cecchi Gori

Arrestato Vittorio Cecchi Gori. L'ex produttore cinematografico e presidente della Fiorentina è accusato di bancarotta patrimoniale nell'ambito dell'inchiesta sul fallimento del gruppo.

-

Cecchi Gori, dopo l’arresto, è stato portato nel reparto di isolamento del carcere di Regina Coeli, a Roma. A quanto si apprende dall’indagine, condotta nel massimo riserbo, la causa dell’arresto dell’ex produttore cinematografico sarebbe la bancarotta della Safin cinematografica.

La Guardia di Finanza, infatti, sembra ritenere che alcune aziende del gruppo sarebbero state “deliberatamente condotte al dissesto e svuotate del loro patrimonio in favore di altre società del medesimo gruppo”. Oltre all’arresto di Vittorio Cecchi Gori, la Procura ha disposto anche il sequestro delle quote societarie di diverse imprese riconducibili all’ex produttore: immobili di prestigio tra cui sale cinematografiche di Roma, Firenze, Genova e Bari.

Dunque, ancora guai per l’ex presidente della Fiorentina, dopo quelli passati negli anni scorsi, che avevano portato all’arresto nel 2001 per cocaina e a un’ordinanza di custodia cautelare per il fallimento della società viola. Ma lui si dice sereno e sicuro che presto sarà fuori: “State tranquilli, è certamente un disguido“, ha affermato mentre gli agenti lo portavano fuori dalla sua casa.

Notizia precedenteRapinatore e clandestino
Notizia successivaA volte ritornano…

Ultime notizie

Musicability, il crowdfunding per creare un’orchestra inclusiva

Parte la raccolta fondi per finanziare l'Orchestra inclusiva della Toscana, un progetto di formazione musicale mirato a coinvolgere persone con disabilità

La Toscana torna in zona arancione dal 6 dicembre

Domenica 6 dicembre: è questo il giorno in cui la Toscana torna in zona arancione. Una data sospirata e...

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Spostamenti tra comuni, il nuovo Dpcm di Natale: stop dopo il 3 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza