venerdì, 18 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Artisti di strada, nuove regole

Artisti di strada, nuove regole

Artisti di strada, "istruzioni per l'uso". Nell'ultima seduta della giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell'assessore alle attività produttive Silvano Gori, è stato infatti approvato il nuovo "Disciplinare per l'arte di strada" che regolamenta l'attività degli artisti di strada. Ecco le novità.

-

Il provvedimento prevede 13 articoli in cui sono indicate le attività artistiche consentite, i luoghi e gli orari nei quali possono essere esercitate. Queste le tipologie di attività che vengono riconosciute dal disciplinare: “musicista anche con canto con amplificazione anche con basi musicali, musicista senza amplificazione, mimo, clown, giocoliere, saltimbanco con e senza musica, statua umana”. Il nuovo regolamento prevede, tra le novità, la possibilità di “una gestione informatizzata dell’attività degli artisti di strada consentendo una migliore programmazione anche con la redazione di un cartellone di eventi, soprattutto nel periodo estivo”.

Per l’attività di arte e spettacolo di strada, esibizione personale, produzione di opere dell’ingegno a carattere creativo, saranno 42 le postazioni previste, tutte a rotazione e, a seconda degli orari, potranno essere occupate da determinate categorie di artisti Piazzale degli Uffizi, Ponte Vecchio, piazza Santa Croce, piazza Santa Maria Novella, piazzale Michelangelo, piazza della Repubblica, via Lamberti, via degli Speziali, via Calimala, via Calzaiuoli, via Roma, via Santa Margherita, piazza delle Belle Arti, mercato di San Lorenzo.

Il disciplinare ha regolamentato anche gli spazi per l’attività di astrologo: 11 postazioni, tutte tra le 20,00 e le 23,00 in piazza San Lorenzo, via Vacchereccia, via Orsanmichele, via de’ Lamberti, via dei Tavolini, via del Corso, via delle Oche, via Tosinghi. Le attività di fotografo, video-messaggi e DVD senza occupazione di suolo pubblico possono essere esercitate liberamente su tutto il territorio comunale. Se invece sono necessarie postazioni fisse, ne sono state individuate 7 e dislocate in piazza Santo Spirito, piazza Santa Maria Novella e piazzale Michelangelo.

Le postazioni e gli spazi per l’esercizio dell’arte di strada saranno assegnati con bando di gara e riservati a coloro che sono già autorizzati ad esercitare sul territorio comunale o che abbiano presentato richiesta entro il 10 luglio 2007 o che siano iscritti alle associazioni di artisti di strada operanti sul territorio del Comune di Firenze entro il 31 dicembre scorso.

Per favorire l’attività di nuovi artisti o di passaggio in città sono stati individuati otto spazi esclusivi: piazza della Repubblica (1 postazione), piazza Santa Croce (1), piazza delle Belle Arti (1), via Calimala (1), via Roma (3) e piazza Santa Croce (1). Infine, il disciplinare esclude anche l’esercizio di determinate attività sul territorio comunale: vietato realizzare oggetti e manufatti (monili, maschere, fiori, giocattoli, soprammobili e simili), vietata qualsiasi attività sulle carreggiate destinate ai veicoli, attività che offendono il comune senso del pudore, che non rispettano le norme igienico-sanitarie (anche quelle sul corpo umano). Sono vietati forme di pubblicità e l’esercizio del commercio ambulante da parte dell’artista di strada.

Ultime notizie

La Rondine di Puccini al Teatro del Maggio musicale fiorentino

Molte accortezze anti-Covid, ma ancora tanta voglia di fare spettacolo. Al Maggio torna un titolo riscoperto del repertorio pucciniano

Il concerto dei Bowland a Villa Bardini (in streaming)

Un'esibizione speciale che sarà trasmessa sui social. Lattexplus lancia un nuovo progetto che lega insieme musica e location esclusive

Tessera elettorale smarrita o piena: cosa fare per ritiro, cambio o rinnovo

Persa, danneggiata o rubata: la procedura da seguire per richiedere il documento essenziale al momento del voto