sabato, 24 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Asili nido: altri tre milioni...

Asili nido: altri tre milioni di contributi dalla Regione

La Regione a luglio ha pubblicato altri tre bandi sugli asili nido, stanziando oltre tre milioni per finanziare l'apertura di nuove strutture

-

La Regione a luglio ha pubblicato altri tre bandi sugli asili nido, stanziando oltre tre milioni per finanziare l’apertura di nuove strutture e nuove sezioni “primavera”, per sostenere la nascita di asili nido aziendali e per l’inserimento dei bambini disabili.

FINANZIAMENTI PER APRIRE NUOVI NIDI. Il bando è alla sua terza edizione e nei due anni precedenti ha permesso di finanziare 89 nuovi servizi e 65 sezioni aggiuntive. Dei contributi – quest’anno la Regione ha stanziato 1 milione e 760 mila euro – potranno beneficiare Comuni, Comunità montane e soggetti pubblici o privati accreditati che gestiscono un asilo nido o un centro gioco educativo.

Il finanziamento della Regione serve per avviare l’attività e sostenere le spese del primo anno, poi l’asilo dovrà però reggersi sulle proprie gambe. Nell’assegnazione saranno privilegiati i Comuni dove ci sono liste di attesa o che non hanno asili nido e i progetti presentati dai Comuni in forma associata. Per presentare domanda c’è tempo fino al 20 settembre.

CONTRIBUTI PER I NIDI AZIENDALI. Altri finanziamenti sono previsti per i nidi aziendali, dove una quota di posti è riservata ai residenti nel comune e non solo ai dipendenti dell’azienda. La Regione ha stanziato 1 milione di euro. Possono partecipate pubbliche amministrazioni ed imprese ed associazione private. L’obiettivo è aiutare la nascita di nuove strutture.

Come per i nuovi nidi pubblici e privati del bando precedente, per ogni bambino iscritto la Regione contribuirà alle spese fino ad un massimo di 700 euro al mese e 140 mila euro nel corso dell’anno per ciascun asilo. Le domande devono essere presentare entro il 17 settembre.

FACILITAZIONI PER BIMBI DISABILI. Con altri 300 mila euro la Regione ha deciso invece di facilitare l’inserimento negli asili nidi dei bambini disabili. Anche in questo caso si tratta di una compartecipazione alle maggiori spese, legate alla necessità di più insegnanti.

Il contributo ammonta ad un massimo di 2 mila per ogni bambino. A richiederlo devono essere i gestori degli asili, pubblici o privati purché accreditati. Le domande si presentano in Comune. La scadenza, anche in questo caso, è il 17 settembre.

Ultime notizie

Fiorentina a caccia della vittoria. Al Franchi arriva l’Udinese

L'anteprima di Fiorentina - Udinese in programma al Franchi domenica 25 ottobre alle 18: le probabili formazioni

L’Insolita Trattoria Tre Soldi di Firenze: quando il piatto trae in inganno

In via d'Annunzio nasce una trattoria 'insolita' di nome e di fatto: qui i piatti non hanno niente di canonico o ordinario e sono una continua sorpresa per gli occhi e per il palato.

Vaccino antinfluenzale 2020 in Toscana: quando, dove e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Ludopatia: il Covid non ferma il gioco d’azzardo patologico

Aumentano i giocatori d’azzardo patologici e si temono gli effetti della crisi Covid. Una cura c’è, ma bisogna agire subito