lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Aumentano i furti in appartamento....

Aumentano i furti in appartamento. Il prefetto: ”Impiegheremo più uomini”

Dall’analisi dei dati, emerge un calo generale dei reati nella provincia, in controtendenza solo i furti a casa dei privati.

-

Più pattuglie sulle strade, più azione investigativa, sarà rivisto l’impiego degli uomini sul territorio. Questi i punti principali che emergono dalla riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito stamani in Prefettura per analizzare il fenomeno dei furti in appartamento.

I DATI. All’incontro, presieduto dal prefetto Luigi Varratta, hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle forze dell’ordine, il procuratore di Firenze Giuseppe Quattrocchi, il vice sindaco Dario Nardella e l’assessore provinciale Antonella Coniglio. “Abbiamo registrato un aumento di furti nelle case, un dato allarmante – ha sottolineato il prefetto Varratta – da qui la decisione di fare tutti insieme il punto della situazione per individuare nuove strategie di prevenzione e contrasto. Come abbiamo fatto sul fronte delle rapine in banca e negli uffici postali, intervenendo con azioni mirate, e i risultati sono assolutamente incoraggianti”.

MENO RAPINE, PERCORSSE E FRODI INFORMATICHE. Dall’analisi dei dati, emerge un calo generale dei delitti nella provincia dell’1,4% confrontando il primo semestre di quest’anno con lo stesso periodo del 2011, mentre nel capoluogo il numero dei reati è sostanzialmente stabile (0,2%). Nell’insieme la situazione si presenta a macchia di leopardo: in flessione risultano le rapine in banca (-16,6% Firenze, -47,1% in provincia), negli esercizi commerciali (-31% a Firenze, -32,3% nella provincia) e negli uffici postali (-3,3% in provincia). Hanno il segno meno pure altri delitti sia nel capoluogo che in provincia: lesioni dolose (-22% e –18,5%), percosse (-33,8% e -28,5%), minacce (-30,55 e -29,6%), frodi informatiche (-24%). Anche la lotta alla contraffazione fa registrare un andamento positivo, con un calo dei delitti del 38,8% a Firenze e del 40,9% in provincia.

PIU’ FURTI IN APPARTAMENTO. In controtendenza i furti in appartamento che sono passati da 809 a 1.163 (+43,8%) a Firenze e da 1.718 a 2.567 (+49,4%) nella provincia, un aumento superiore del 20% al dato medio di crescita di questo crimini a livello nazionale. Si tratta di trend che caratterizza pure gli altri cosiddetti “reati predatori”: i borseggi (+ 39,3% a Firenze, + 37,2% in provincia), i furti nei negozi (rispettivamente +33,3% e +22%), i furti di auto (+20,5% e +15,9%), gli scippi (+3,6% e +15,1%).

MAGGIOR DISPIEGAMENTO DI FORZE. “Aumentano i crimini che colpiscono le persone nel loro ambiente più intimo e nei loro beni più cari, accrescendo così il senso di insicurezza e vulnerabilità – ha spiegato Varratta – le forze dell’ordine fanno già tanto e ora metteremo una marcia in più. Oggi abbiamo deciso di rimodulare l’impiego delle forze di polizia sul territorio con l’apporto della polizia municipale, puntando a un maggior coordinamento. Intanto in campo ci saranno più uomini e più pattuglie. Chiederemo rinforzi e lavoreremo sulla videosorveglianza per aumentare il numero delle telecamere”.

Va nell’appartamento di una prostituta: prima ”consuma”, poi la rapina

Ultime notizie

Roboante sconfitta viola a Napoli

La classifica torna a preoccupare

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)