E’ quanto è emerso durante la presentazione del servizio di noleggio mautomatico bici da parte dell’assessore all’ambiente Claudio Del Lungo e della responsabile dell’ufficio mobilità ciclabile Carla Guerrini ai rappresentanti delle associazioni Firenze in Bici, Città Ciclabile, WWF, Legambiente, Cooperativa Ulisse , Amici della Terra.

“Per definire il progetto – ha detto l’assessore Claudio Del Lungo – abbiamo studiato più di 80 sistemi di Bike Sharing esistenti nei continenti, in modo da fare un capitolato adeguato a Firenze. Restiamo convinti che il sistema avrà successo e sarà utile soprattutto ai pendolari, ma anche ai turisti, residenti e utenti vari che lo utilizzeranno favorendo così la diminuzione dell’inquinamento e la riduzione della circolazione dei veicoli più inquinanti. Il sistema messo a punto a Firenze cerca di prendere gli elementi positivi dei siei sistemi europei integrando capillarità del territorio e funzionalità del servizio a prezzi accessibili anche per i turisti”.

Un abbonamento per noleggiare le bici costerà 36 euro l’anno, 5 euro il giornaliero e 10 euro il settimanale. In sostanza, si usa la bici per i brevi spostamenti cittadini prendendola giusto il tempo che ci serve e lasciandola poi a disposizione degli altri utenti. Con il vantaggio che è qualcun altro a doversi preoccupare della manutenzione, della pulizia e dell’assistenza. Il sistema di Bike Sharing si integrerà con il servizio di trasporto pubblico esistente, il sistema di parcheggi e domani anche con la travia, come è stato già pensato” . A dimostrare l’efficacia dell’iniziativa c’è l’esempio di Barcellona, dove si è assistito a un vero e proprio boom: 3milioni e 600m ticket giornalieri, 400 stazioni e più di 150mila abbonati.

I nuovi distributori automatici di biciclette saranno soprattutto nel centro storico, nelle piazze, vicino agli alberghi, presso le stazioni e i centri congressuali, alle fermate degli autobus. Si tratta di biciclette robuste, affidabili, dotate di sistema Gprs e dispositivi antivandalismo.