domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaBobo riapre al Parterre e...

Bobo riapre al Parterre e chiede i danni. ”Sequestro illegittimo”

“Il sequestro è stato illegittimo”. E' su tutte le furie Bernardo Francioni, meglio noto come Bobo, proprietario del Boston T e gestore del Boston T Estivo al Parterre. Il locale è stato chiuso in via cautelare giovedì scorso. In ballo alcune autorizzazioni mancanti. Che però c'erano.

-

Pubblicità

“Il sequestro è stato illegittimo”. E’ su tutte le furie Bernardo Francioni, meglio noto come Bobo, proprietario del Boston T e gestore del Boston T Estivo al Parterre. Il locale è stato chiuso in via cautelare giovedì scorso. In ballo alcune autorizzazioni mancanti. Che però c’erano.

SEQUESTRO. Il sequestro è avvenuto giovedì scorso, alle 14 circa, sotto gli occhi sconcertati dello stesso Bobo, che sosteneva di avere tutte le carte in regola. Secondo la Polizia Annonaria, invece, mancava il permesso relativo al “pubblico spettacolo”, mentre c’era solo quello relativo alla somministrazione. Transennato il locale, per giovedì sera non c’è stato niente da fare.

Pubblicità

COMPLOTTO. Tuttavia la licenza c’era, come è stato dimostrato davanti al Pubblico Ministero. E la firma per il dissequestro è arrivata in un lampo: il documento era già pronto venerdì alle 17. “Pertanto la sera avrei potuto aprire – dichiara ora Bobo – tuttavia per motivi ancora da chiarire, la comunicazione del dissequestro mi è pervenuta solamente nella giornata di sabato”.

DANNI. “Presenterò di conseguenza querela alla Polizia Annonaria, agli agenti che hanno effettuato il sequestro e chiederò i danni morali, materiali e d’immagine”, annuncia battagliero Bobo. L’estate al Parterre, nel frattempo, è ripartita.

Pubblicità

Ultime notizie