domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaCalci e pugni in piazza...

Calci e pugni in piazza Santa Croce, scarcerati gli aggressori

Sono accusati di aver pestato a sangue un cuoco di 44 anni, perché aveva chiesto loro di rispettare la fila per il taxi. I due sono stati scarcerati oggi dal gip di Firenze.

-

Pubblicità

 

Sono accusati di aver pestato a sangue un cuoco di 44 anni, perché aveva chiesto loro di rispettare la fila per il taxi. I due, un manager 25enne di Miami e un artigiano australiano di 24 anni, sono stati scarcerati oggi dal gip di Firenze. Tornano in libertà, ma non potranno lasciare l’Italia: il giudice ha stabilito per loro il divieto di espatrio.

Pubblicità

IL FATTO. L’aggressione risale alla notte tra lunedì e martedì. Secondo quanto ricostruito, il cuoco è stato colpito con calci e pugni dopo che aveva fatto notare ai due, ubriachi, di essere il primo della fila di persone che aspettavano il taxi in piazza Santa Croce. L’australiano e lo statunitense avevano infatti saltato la coda. Il 44enne ha riportati la frattura di tibia e perone, un trauma cranico e altre lesioni.

“TEMEVAMO FOSSE UN LADRO”. I due stranieri hanno invece raccontato al giudice di non aver capito per cosa protestasse l’italiano e di aver temuto una rapina. In particolare, il 25enne di Miami avrebbe riferito di esser stato colpito dal cuoco.

Pubblicità

Ultime notizie