venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCalcio storico: ora c’è la...

Calcio storico: ora c’è la prova tv. In arrivo nuove regole

La commissione disciplinare del Calcio Storico Fiorentino ha ufficiato le novità del regolamento 2012. Tra le nuove regole anche la prova tv: i calcianti che commetteranno irregolarità in campo, saranno squalificati per la finale.

-

 

La commissione disciplinare del Calcio Storico Fiorentino ha ufficiato le novità del regolamento 2012. Tra le nuove regole anche la prova tv: i calcianti che commetteranno irregolarità in campo, saranno squalificati per la finale.

IL REGOLAMENTO 2012. Quest’anno i calcianti non avranno possibilità di farla franca. Chi commetterà irregolarità in campo, dovrà fare i conti con la prova tv, pena la squalifica per la finale. A renderlo noto è la commissione disciplinare del Calcio Storico Fiorentino che ha ufficializzato le novità del regolamento 2012. La commissione potrà contare sulle registrazioni video per giudicare il comportamento dei calcianti: durante le partite quattro telecamere saranno costantemente puntate su quattro diverse aree del terreno di gioco e nulla potrà sfuggire alle riprese. Inoltre le immagini saranno valutate immediatamente dopo le partite e i calcianti che infrangeranno il regolamento verranno subito sospesi per poi essere giudicati a fine torneo.

LA PROVA TV. Lo scorso anno i rapporti degli arbitri avevano portato a due radiazioni, ma altre irregolarità non sono state sanzionate perché mancavano riprese ufficiali delle partite. Ora invece, con la realizzazione dei filmati ufficiali del Comune di Firenze, la prova video sarà valida a tutti gli effetti e sarà utilizzata dalla commissione disciplinare insieme ai referti arbitrali. Altra importante novità riguarda le espulsioni: nel caso in cui un calciante si rifiuti di lasciare il campo dopo l’ordine degli arbitri, il colore sarà qualunque sia il risultato sconfitto a tavolino e perderà il contributo spettante per il 2012.

NUOVE REGOLE. La commissione inoltre a preso atto delle nuove regole sul combattimento a terra, confermando il divieto di colpire qualunque calciante si trovi a terra con almeno tre punti d’appoggio. Ugualmente i calcianti atterrati potranno lottare, ma non colpire gli avversari.

L’evento: Sale la febbre da calcio storico: piazza Santa Croce verso il tutto esaurito

Il programma: Calcio storico, ecco le sfide 2012

Ultime notizie