Per quanto riguarda gli accessi al pronto soccorso, i dati sono in linea con i mesi scorsi, mentre nessun decesso, fino a oggi, è considerato riconducibile al caldo. Caldo che non ha nessuna intenzione di andarsene da Firenze, dove, almeno fino a sabato, le temperature rimarranno elevate.

”Confrontando la settimana dal 9 al 15 giugno, quando ancora non era caldo, e la successiva, non emergono differenze per quanto riguarda gli accessi ai Dea (Dipartimenti emergenza e accettazione) dell’Asl sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo – ha detto Piero Tosi, direttore sanitario dell’Asl di Firenze, durante l’incontro sui servizi per gli anziani che si è tenuto a Palazzo Vecchio -. Idem per gli interventi del 118, addirittura in calo rispetto alle stesse settimane dell’anno scorso”.

Valgono sempre, comunque, i consigli per combattere il grande caldo: non uscire nelle ore piu’ calde, bere molto, mangiare frutta e verdura e indossare abiti leggeri. Il Comune, inoltre, ha adottato iniziative rivolte agli anziani: e’ attivo il numero verde 800.801616 (24 ore al giorno): per aiuti e assistenza. E’ in funzione anche la sorveglianza attiva, rivolta agli over 75.

La Protezione civile, sulla base del bollettino del Lamma, il laboratorio di meteorologia della Regione, ha confermato per oggi, giovedì 3, e segnalato per domani, venerdì 4 luglio, la situazione di emergenza con la presenza di condizioni climatiche potenzialmente a rischio per la salute delle persone fragili, soprattutto anziani. Oggi è il dodicesimo giorno critico consecutivo: una situazione che è il frutto della morsa di caldo che, secondo le previsioni, dovrebbe proseguire ancora per qualche giorno. Anche oggi e domani la colonnina dovrebbe attestarsi sui 34 gradi. Da segnalare che anche oggi il numero di ore con disagio da calco si attesta sulle 15 e domani dovrebbe scendere a 13.