martedì, 26 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Camorra, sequestri a Pisa e...

Camorra, sequestri a Pisa e Arezzo

Maxisequestro di beni per un valore di 100 milioni di euro nei confronti di imprenditori che avrebbero agevolato i clan dei Casalesi e dei Mallardo: tra le province interessate dall'operazione anche quelle di Arezzo e Pisa.

-

Non solo Napoli, ma anche le province di Pisa e Arezzo sono state coinvolte in un maxisequestro ai danni di imprenditori che avrebbero agevolato alcuni clan della camorra.

Ad essere sequestrati sono stati beni per un valore di 100 milioni di euro, a imprenditori che avrebbero agevolato i clan dei Casalesi e dei Mallardo. Il maxisequestro – 16 appezzamenti di terreno e 61 immobili ubicati nelle province di Napoli, Arezzo e Pisa, ma anche patrimoni aziendale e quote societarie oltre ad auto di grossa cilindrata – rientra nell’indagine che, nel maggio del 2008, aveva portato all’arresto di 23 appartenenti al corpo di polizia municipale di Giugliano.

Ultime notizie

Test sierologici sul Covid-19 (gratis), al via le chiamate della Croce Rossa

Parte l'indagine sulla sieroprevalenza, servirà a mappare in tutta Italia la situazione del coronavirus. I volontari della Cri stanno telefonando ai cittadini selezionati dall'Istat

Coronavirus, la mappa del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione

Coronavirus, solo cinque nuovi casi in Toscana

È l'aumento giornaliero più basso dal 2 marzo. Le ultime notizie di oggi, 25 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Palestra, il rimborso dell’abbonamento dopo il lockdown per il Covid-19

Il decreto rilancio prevede la possibilità di chiedere un rimborso del periodo in cui non si è potuto usufruire degli abbonamenti nei centri sportivi