domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaCaos traffico, il sindaco: 'Non...

Caos traffico, il sindaco: ‘Non è colpa della pedonalizzazione’

Da due giorni il traffico in città è diventato problematico. Vie completamente intasate e code chilometriche sono vere e proprie trappole per auto e mezzi pubblici, costretti ad attendere immobili anche varie decine di minuti prima di riuscire a liberarsi.

-

Pubblicità

 

Da due giorni il traffico in città è diventato problematico. Vie completamente intasate e code chilometriche sono vere e proprie trappole per auto e mezzi pubblici, costretti ad attendere immobili anche varie decine di minuti prima di riuscire a liberarsi. Ultimi aggiornamenti: caos totale sui viali di circonvallazione.

Pubblicità

RITARDI E CODE CREANO FORTI DISAGI. Il risultato è disastroso: gli autobus accumulano ritardi da 20 a 40 minuti e le auto impiegano tempi biblici per giungere a destinazione. La colpa è forse dei troppi cantieri stradali aperti contemporaneamente in tante zone della città, che limitano drasticamente la viabilità. Questo, insieme ai nuovi provvedimenti sulle pedonalizzazioni, ha creato un effetto esplosivo sul traffico.

TEMPI LUNGHISSIMI. Ad esempio da Porta Romana a Firenze sud in macchina si impiega 45 minuti invece che 10, oppure da Novoli alla stazione sui mezzi pubblici quasi 1 ora invece che 15-20 minuti. Alle 12.00 circa di oggi, quindi non in ora di punta, per percorrere il tratto Piazzale Michelangelo – Piazza Ferrucci in macchina abbiamo impiegato più di 35 minuti. Ci sono inoltre rallentamenti in Viale Petrarca e traffico praticamente fermo su via Ponte Sospeso per arrivare a Ponte alla Vittoria.

Pubblicità

RENZI: “NON è COLPA DELLA PEDONALIZZAZIONE”. “I disagi al traffico che si stanno registrando in questi giorni in città, e che in molti indicano come una diretta conseguenza delle pedonalizzazioni di piazza Pitti e via Tornabuoni (avviate lo scorso 24 giugno), sono invece causati dai lavori per sistemare le buche in alcune strade, in particolare lungo i viali”. Lo spiega il sindaco Matteo Renzi, in un post sulla sua bacheca Facebook.

DISAGI ANCHE NEI PROSSIMI GIORNI”. “Da ieri – scrive Renzi – abbiamo diversi problemi di traffico. Con luglio infatti abbiamo iniziato i lavori per sistemare le buche. O meglio: le voragini delle strade fiorentine. Dove possibile lavoriamo anche di notte, ma se alla ripresa vogliamo strade decenti dobbiamo approfittare della chiusura delle scuole per fare i lavori. Questo spiega i disagi di questi giorni. E anche dei prossimi”.

Pubblicità

I CITTADINI CHIEDONO SOLUZIONI. Riportiamo da Facebook la testimonianza esemplificativa di un cittadino, che risponde così al post del sindaco: “Il 4 luglio ho preso il 22 al capolinea; l’ho atteso 40 minuti e ho impiegato 1 ora per arrivare a Novoli, scoprendo che uno dei tappi è in Via delle Porte Nuove, dove la carreggiata si restringe a metà per i lavori al manto stradale. Il 5 la situazione è stata simile: neanche i taxi riescono ad immettersi dalla stazione in direzione Via della Scala. Quale sarà il risultato? Saremo costretti a prendere la propria auto, e questo congestionerà ulteriormente Firenze. Vorrei sapere cosa pensa di fare l’amministrazione in tal senso”.

Asfaltature e lavori notturniDa lunedì via ai lavori notturni in viale Strozzi. Chiuso in parte viale Lavagnini

Pubblicità

Ultime notizie