venerdì, 5 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Capodanno, come cambia la viabilità

Capodanno, come cambia la viabilità

Capodanno 2011, ecco come cambia la viabilità. Le porte telematiche attive fino alle 8 del primo gennaio. L’appello del vicesindaco Nardella e dell’assessore Mattei: “Utilizzate i parcheggi e non gettate bottiglie di vetro a terra”.

-

Capodanno 2011, piazze protagoniste. Cinque piazze infatti ospiteranno altrettanti concerti: Elio e le Storie alla stazione, la musica classica in Signoria, i Funko…ff in Repubblica, il gospel in Santissima Annunziata e gli anni ’70 in Annigoni.

VIABILITA’. E per consentire lo svolgimento degli eventi in piazza saranno istituiti numerosi provvedimenti di viabilità, provvedimenti che ricalcano sostanzialmente quelli in vigore l’anno scorso. Quindi l’area della stazione sarà “vietata” ai veicoli dalle 19.30 di venerdì 31 dicembre. Molti saranno i divieti di sosta e la ztl resterà in vigore fino alle 8 di sabato 1° gennaio. E il tram viaggerà tutta la notte con capolinea alla Leopolda.

NAVETTE. E’ anche previsto un servizio navetta (dalle 22 alle 3), con quattro mezzi che effettueranno i seguenti percorsi: Parterre-San Marco; piazza Ferrucci-Biblioteca nazionale; piazza Puccini-Porta al Prato; Porta Romana-via Tornabuoni. La frequenza sarà di 20 minuti.

L’APPELLO. Il vicesindaco Dario Nardella e l’assessore alla mobilità Massimo Mattei lanciano un appello a cittadini e a chi sceglierà Firenze per festeggiare il nuovo anno. “Godetevi la festa lasciando l’auto nei parcheggi ai margini del centro storico e sulla direttrice servita dalla tramvia. E non gettate le bottiglie di vetro in strada: quest’anno il Quadrifoglio ha previsto una dotazione aggiuntiva di campane per la raccolta del vetro, da collocare nei luoghi che ospiteranno gli eventi di piazza, proprio per stimolare cittadini e visitatori a non trasformare piazze e strade in tappeti di vetro”.

Come cambia la circolazione

Dalle 8 di giovedì 30 dicembre i divieti di sosta con rimozione si allargheranno nell’area di piazza Stazione compresa fra Largo Alinari (Palazzina Presidenziale) e via Valfonda su ambo i lati mente alle 15 sarà la volta del tratto tra piazza dell’Unità Italiana e piazza Adua (con deroga per i bus di linea fino alle 19.30 del 31 dicembre). Questi provvedimenti saranno in vigore fino alle 15 del primo dell’anno.

Ma la maggior parte dei provvedimenti scatterà direttamente venerdì 31 dicembre. Si inizia alle 8 con i divieti di sosta in via Nazionale (tra piazza Indipendenza e Largo Alinari), piazza Indipendenza (tra via XXVII Aprile e via Nazionale), Largo Alinari e piazza Adua (eccetto la zona di fermata dei bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 19.30), via Cennini, via Valfonda, Pratello Orsini, via Fiume, piazza dell’Unità (su tutta la piazza eccetto la zona di fermata dei bus in servizio di linea che potranno sostare nelle aree a loro dedicate fino alle 19.30), via del Giglio (tra via Panzani e via del Melarancio), via del Melarancio, via Alamanni (tra viale Fratelli Rosselli e via Jacopo da Diacceto. Sosta consentita in deroga ai veicoli dei portatori di handicap muniti di contrassegno solo sul lato delle Ferrovie a decorrere dalle 19.30). Questi provvedimenti saranno in vigore fino alle 8 del primo gennaio.

Alle 19.30 di venerdì 31 dicembre scatteranno invece i divieti di transito in via Santa Caterina d’Alessandria, piazza Indipendenza (direttrice Santa Caterina d’Alessandria-via Nazionale), via Nazionale (eccetto i veicoli in uscita dalle autorimesse che potranno transitare con l’itinerario via Chiara-via Nazionale-via Fiume-via Cennini), Largo Alinari, piazza Stazione, piazza dell’Unità (eccetto direttrice di collegamento via del Melarancio-via Sant’Antonino), via Panzani (tratto via del Giglio-piazza dell’Unità), piazza Adua, via Valfonda, via Jacopo da Diacceto, via Alamanni (tratto viale Fratelli Rosselli-via Orti Oricellari eccetto veicoli diretti alla stazione ferroviaria, quelli dei portatori di handicap con contrassegno per raggiungere gli spazi a loro assegnati; nel tratto Orti Oricellari-via Santa Caterina da Siena deroga per i veicoli in uscita dalle autorimesse). Termine previsto le 8 del primo dell’anno.

Collegati a questi divieti di transito saranno istituiti, dalle 19.30, una serie di ulteriori provvedimenti di viabilità. Si inizia in piazza Stazione dove sarà creato un corridoio a doppio senso, protetto e delimitato da transenne, per il transito dei veicoli di soccorso e polizia che colleghi l’area dedicata alla sosta dei taxi (lato “scalette”) a via Valfonda (con assoluto divieto di transito per i pedoni). In via del Giglio dal lato di via dei Banchi all’immissione in via Panzani sarà istituito l’obbligo di svolta a destra mentre nel tratto tra via Panzani e via del Melarancio sarà istituito un senso unico verso via del Melarancio. In via Rondinelli alla confluenza con via dei Banchi-via Panzani sarà istituito l’obbligo di svolta a sinistra in direzione di via dei Banchi. In via Panzani (nel tratto fra via del Giglio e via Rondinelli) e in via Cerretani (tra via Panzani e piazza Santa Maria Maggiore) sarà revocata la corsia preferenziale con direttrice Santa Maria Maggiore. In via Faenza (tratto piazza Aldobrandini-via Nazionale) sarà consentito il transito ai mezzi pubblici con abbassamento dei pilomat: previsto inoltre un senso unico in Fiume (direttrice largo Alinari-piazza Adua) e via degli Orti Oricellari (nel tratto fra piazza Stazione e via della Scala con direttrice verso via della Scala). Previsto un divieto transito in via Tornabuoni (tra lungarno Corsini e piazza Santa Trinita). E ancora in piazza Piave, lungarno della Zecca e piazza Cavalleggeri con deroga per i veicoli in uscita città con direzione Ponte alle Grazie-piazza Piave. Infine sarà istituito un divieto di sosta in via Paolieri, dalle 19.30 di venerdì 31 dicembre fino alle 8 del primo dell’anno.

Per quanto riguarda la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, questa verrà chiusa dalle 0.45 (ora di arrivo dell’ultimo treno) alle 4.45 (orario di partenza del primo treno della mattina). Infine, l’accesso dei parcheggi sotterranei di piazza Stazione (i veicoli presenti potranno comunque uscire soltanto da via Alamanni) e del Mercato Centrale saranno chiusi a partire dalle 19.30.

Zona a traffico limitato no stop

Confermato anche il prolungamento della ztl. La limitazione del traffico rimarrà quindi in vigore fino alle 8 del primo gennaio sull’area compresa nella cerchia dei viali, Oltrarno compreso (settori A e B). Le porte telematiche saranno quindi accese e saranno valide le autorizzazioni in vigore in occasione della normale ztl con l’aggiunta di due ulteriori deroghe. Prima di tutto per i veicoli dei residenti sarà consentito il transito contemporaneo anche per le seconde auto il cui numero di targa è riportato sul permesso cartaceo in loro possesso. In caso di eventuale controllo della Polizia Municipale sarà sufficiente mostrare la carta di circolazione attestante la residenza all’interno della ztl. E anche per i mezzi in possesso del contrassegno per la zona sosta notturna rilasciata per domiciliati, i lavoratori nelle ore notturne e via dicendo (in base a quanto disposto dal punto 53bis dell’ordinanza n.7969/2010).

Tramvia

La tramvia funzionerà no stop per tutta la notte con una frequenza di 9 minuti. Il capolinea dalle 19.30 sarà spostato alla Leopolda perché il palco sarà montato sotto la linea elettrica che quindi deve essere disattivata.

Bagni pubblici, pulizia e vigilanza

Nella serata dell’ultimo dell’anno saranno aperti in via straordinaria i bagni pubblici di via Filippina (zona piazza della Signoria) e di piazza Santa Maria Novella (accanto alla Fratellanza Militare) e saranno collocati bagni chimici nelle piazze che ospiteranno gli eventi. Le operazioni di pulizia del Quadrifoglio inizieranno alle 5 del primo dell’anno, ma una squadra sarà a disposizione per interventi di urgenza. Il Quadrifoglio ha previsto anche la collocazione di campane aggiuntive per la raccolta del vetro nelle zone dei vari eventi per disincentivare l’abitudine di gettare le bottiglie in strada. La gestione dell’evento in piazza Stazione sarà coordinata dalla Protezione civile comunale, presente sul posto con un centro operativo, sulla base di un piano elaborato insieme al 118, alle forze dell’ordine e ai vari soggetti coinvolti. È stato potenziato il dispositivo sanitario che prevede la presenza di sei autoambulanze, tre medici e tre posti medici organizzati come un piccolo ospedale da campo. Tutti gli operatori impegnati nella gestione saranno collegati via radio: 150 gli agenti di Polizia Municipale in servizio a partire dalle 19 cui si affiancheranno volontari della Protezione civile.

Ultime notizie

Il Reporter marzo 2021

L'atterraggio di Perseverance su Marte ci regala un certo gusto della rivincita, un invito a spostare un po’ più avanti la frontiera della fiducia nel futuro

Zona arancione rafforzata: significato e regole della fascia “arancio scuro”

Si allarga nuova fascia di rischio: ecco dove è in vigore, il significato di "zona arancione rafforzata" o "zona arancione scuro", cos'è e le regole per capire cosa si può fare e cosa no

Dove, come e quando fare il vaccino anti-Covid in Toscana

La prenotazione e il calendario, l'efficacia e gli effetti collaterali: tutto quello che c'è da sapere prima di fare il vaccino anti-Covid in Toscana. La nostra guida: dove, quando e come

Cosa cambia in Toscana con il nuovo Dpcm Draghi (marzo 2021)

Scuole, bar, centri commerciali e parrucchieri: cosa prevede il nuovo Dpcm di Draghi in vigore dal 6 marzo 2021 e cosa cambia in Toscana