Il carabiniere, che partecipava all’attività del fronte clandestino, si consegnò alle truppe naziste per evitare la fucilazione di dieci civili. In suo ricordo, presso la nuova caserma, è stata posta una lapide che sarà scoperta domani nel corso della cerimonia di inaugurazione. L’Amministrazione comunale sarà rappresentata dall’assessore all’urbanistica Gianni Biagi, il presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli e alcuni consiglieri comunali tra cui Lucia Matteuzzi, già presidente del Quartiere.

“Questo taglio del nastro rappresenta un traguardo importante anche per l’Amministrazione – commenta l’assessore Biagi – perché abbiamo lavorato con l’Arma per garantire la permanenza di un presidio dei Carabinieri al Galluzzo dopo lo sfratto dato dai proprietari della vecchia sede”. L’assessore Biagi ha ricordato che la nuova caserma è stata costruita su un terreno di proprietà comunale che è stata ceduto dall’Amministrazione all’Arma dei Carabinieri.

“Inoltre si tratta di una risposta concreta alle richieste di sicurezza dei cittadini e come Amministrazione siamo ulteriormente soddisfatti perché nella zona sono stati realizzati e già assegnati 12 alloggi di Edilizia residenziale pubblica” ha concluso l’assessore Biagi.