sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Caso della madre strangolata, trovato...

Caso della madre strangolata, trovato il cellulare in un cassonetto

Nuovi dettagli sorgono dalle indagini sulla donna strangolata nella propria casa a Nievole, nel comune di Montecatini Terme.

-

Nuove scoperte.

IL CELLULARE. I carabinieri hanno ritrovato il cellulare di Beatrice Ballerini, la madre divorziato di 42 anni trovata morta lo scorso giovedì sera a Nievole, nella comune di Montecatini Terme. Il telefonino era all’interno di un cassonetto non lontano dal luogo dove è avvenuto il delitto. Sono in corso le verifiche tecniche sull’apparecchio.

TRACCE. Sono state trovate tracce di pelle sotto le unghie della donna strangolata. Una scoperta che potrebbe aiutare le forze dell’ordine ad individuare l’omicida.

ESAMI. Dall’esame sul corpo della donna erano emersi graffi sul volto, ferite alla nuca e segni di strangolamento sul collo. Chiari segnali compatibili con una colluttazione prima della morte, molto probabilmente con l’omicida stesso. Nell’abitazione non sono stati rilevati segni di scasso, elemento che lascia intuire una conoscenza tra la vittima ed il suo assassino.

LE INDAGINI. Proseguono quindi le indagini dei carabinieri coordinati dal pm di Pistoia Claudio Currieli, che hanno sentito amici e familiari della vittima, soprattutto l’ex marito, con cui la donna aveva un appuntamento nel pomeriggio di giovedì, poche ore prima del decesso.

L’omicidio: Madre divorziata trovata strangolata all’interno della sua casa

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin