Caso Castello, altre dimissioni: questa volta è stato l’architetto Gaetano Di Benedetto, dirigente dell’ufficio piano strutturale dell’assessorato all’urbanistica del Comune di Firenze, a rimettere il suo incarico.

Di Benedetto non era tra gli indagati, ma gli accertamenti della Procura sull’area di Castello erano partiti da intercettazioni (dovute a un’altra indagine) di alcune sue conversazioni.

Lo scorso febbraio, Di Benedetto era risultato essere tra gli indagati per la questione del sottopasso di viale Strozzi.