Saranno pronti fra poche settimane i finanziamenti, tre volte superiori a quelli erogati per il periodo 2000-2006.

Usciranno entro dicembre i bandi, per i quali verranno premiati con un punteggio elevato i progetti che prevedono un aumento della qualificazione e dell’occupazione del personale, ma anche quelli che favoriscono la parità di genere e la riduzione della pressione ambientale.

«Una delle principali novità di questo bando – spiega l’assessore Baronti – oltre che nella scelta di criteri selettivi che puntano sul valore innovativo dei progetti, sta proprio nei settori coinvolti, che sono in particolare le scienze umane, i settori coinvolti nella realizzazione di una società della conoscenza, le tecnologie della formazione e comunicazione, le tecniche sperimentali per la conservazione e valorizzazione dei beni culturali, tutti settori la cui crescita in termini di qualità è destinata a rendere più moderno e competitivo il sistema produttivo toscano, a migliorare i servizi e le infrastrutture».