lunedì, 25 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Chi parte e chi torna:...

Chi parte e chi torna: traffico nel weekend

Previsto, per questo fine settimana di Ferragosto,traffico intenso in uscita dalle grandi città e in direzione dei luoghi di villeggiatura (A1 da Milano a Napoli, A11 Firenze-Pisa nord e al casello di Rosignano Marittimo sulla A12), ma anche code per chi le ferie le ha finite e torna in città.

-

C’è poco da fare: chi si mette al volante, questo weekend, dovrà avere pazienza. Perchè, segnala Autostrade per l’Italia, “nel fine settimana di Ferragosto è previsto traffico intenso in uscita dalle grandi città verso le località di villeggiatura, con spostamenti di lunga percorrenza nella direttrice nord-sud”. Ma non solo. “Attesi anche i primi rientri in città di chi ha terminato il periodo di ferie, con fascia critica tra le 6 e le 22 di domenica 16. In seguito, i rientri più consistenti sono previsti per i week end del 23 e del 30 agosto”.

Insomma, le autostrade saranno affollate. Per questo motivo, spiega Autostrade per l’Italia, i mezzi pesanti non potranno viaggiare venerdì 14 dalle 16 alle 24, sabato 15 e domenica 16 agosto dalle 7 alle 24. Ma quali saranno i punti critici? Il traffico – prevede la società che gestisce le autostrade – sarà più intenso sull’A1 (da Milano a Napoli) e sull’A14 Adriatica (in direzione Ancona), i tratti liguri, verso le riviere di Ponente e Levante, l’A4 in direzione Venezia. Flussi elevati anche sull’A3 Napoli-Salerno e sull’A30 Caserta –Salerno. Traffico intenso, infine, ai valichi di frontiera con Slovenia, Francia, Svizzera ed Austria, sia in uscita dall’Italia che in entrata per l’arrivo di numerosi turisti stranieri.

Tra i tratti “a rischio”, quelli che riguardano la Toscana sono la A1 Milano-Napoli (in uscita da Milano, Piacenza-bivio A15, all’altezza del bivio per l’Autobrennero, Modena-Bologna (bivio A14), Firenze, Roma-Cassino); la A11 Firenze-Pisa nord e la A12 Livorno-Rosignano, alla barriera di Rosignano (anche in concomitanza con gli orari dei traghetti diretti verso le isole).

LE RACCOMANDAZIONI. E, per viaggiare in tutta sicurezza (soprattutto in questi giorni di gran traffico), Autostrade per l’Italia ricorda alcune, semplici norme da rispettare: “Viaggiate sempre con le cinture allacciate e sistemate i bambini negli appositi seggiolini. Durante il viaggio rispettate il limite di velocità e la distanza di sicurezza da chi vi precede, e, in caso di lunghi tragitti, fermatevi a riposare nelle Aree di Servizio: attenzione al colpo di sonno. In questi giorni di grandi spostamenti si consiglia di viaggiare ascoltando i notiziari del traffico Isoradio 103.3 FM (che seguirà gli automobilisti anche durante la notte) Onda Verde RAI, RTL 102.5. Per informazioni sul traffico è possibile chiamare il Call Center Viabilità al numero 840.04.2121 o il numero telefonico 1518 del CCISS. Servizio di informazioni in lingua inglese anche al numero 06.43632121. Per un agevole passaggio ai caselli, si consiglia di utilizzare i sistemi automatizzati di pagamento: sul sito www.telepass.it sono indicate anche tutte le agevolazioni per chi sottoscrive l’opzione Premium”.

Insomma, buon viaggio a tutti. Ma senza fretta.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: i dati delle ultime 24 ore per regione

I dati del 25 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Quante persone possono entrare in un negozio: come calcolare il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del nuovo Dpcm, dal cartello a quanti clienti possono entrare per metro quadrato

Quando il cambio di colore delle regioni: ogni quanto vengono decisi i colori Covid

Permanenza più lunga in zona arancione e rossa: quando viene deciso il cambio di colore delle regioni italiane e quando cambiano effettivamente i colori, con l'entrata in vigore dell'ordinanza

Zona rosso scuro: cosa significa per chi vuole viaggiare in Europa e Italia

Nella "mappa" dell'Europa arriva una nuova zona, rosso scuro, con limitazioni per chi vuole viaggiare: cosa significa e cosa cambia nelle regioni italiane che finiranno in questa fascia di rischio