mercoledì, 23 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Chiuso il deposito Air Liquide

Chiuso il deposito Air Liquide

Il Comune di Sesto dichiara inagibile il deposito per bombole di gas industriali nella zona dell'Osmannoro in seguito all'incendio degli scorsi giorni: entro trenta giorni l'azienda deve presentare un progetto di ripristino delle originarie condizioni di sicurezza.

-

Il Comune di Sesto Fiorentino, con apposita ordinanza, ha dichiarato inagibile il deposito per bombole di gas industriali all’interno del complesso produttivo della Società AIR LIQUIDE S.R.L. in seguito all’incendio divampato il 22 agosto scorso.

Il dirigente comunale dell’assetto del territorio, a fronte del verbale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, da cui emerge che “l’incendio ha lesionato visibilmente la copertura dell’edificio, pregiudicandone la stabilità portante“, considerato che tale situazione costituisce “un pericolo per la privata e pubblica incolumità”, ha dichiarato inagibile il deposito in cui sono stivate le bombole di gas industriale, fino al ripristino delle originarie condizioni di sicurezza del medesimo.

Con lo stesso atto, il Dirigente ha ordinato al legale rappresentante dell’azienda di non utilizzare il locale del deposito e di produrre, entro 30 giorni dalla data di notifica dell’ordinanza, un progetto, a firma di tecnico qualificato e abilitato, che preveda il ripristino delle originarie condizioni statiche di sicurezza del locale.

In caso di mancato adempimento, il Comune di Sesto Fiorentino provvederà all’applicazione delle sanzioni previste dalla legge. La Società proprietaria sarà ritenuta responsabile di qualsiasi danno a persona o cosa causato dal locale in questione.

 

Ultime notizie

Quando e dove si vota per il ballottaggio delle comunali 2020

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale

Libri scolastici con lo sconto: da Amazon alla Coop, come risparmiare

C'è chi sceglie l'usato (e spende la metà) e chi si affida al supermercato o ai siti internet con prezzi tagliati del 15% e promozioni, dai buoni ai punti spesa. La guida al risparmio per i libri di testo

Quarantena per chi arriva in Italia dalla Bulgaria: nuove regole per il rientro

Cosa dice la nuova ordinanza del Ministero della Salute per i viaggiatori che provengono dai paesi est europei come Bulgaria e Romania

L’Ecobonus riporta a galla il mercato dell’auto, ma ancora non basta per uscire dalla crisi

I recenti incentivi governativi stanno aiutando il mercato dell’auto a tornare ai livelli di vendite del 2019, chiudendo così...