venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica''Ciao Pietro'', cartelli per Taricone...

”Ciao Pietro”, cartelli per Taricone anche in Toscana / FOTO

Un anno fa, il 29 giugno del 2010, moriva a Terni in seguito a un incidente con il paracadute Pietro Taricone, diventato famoso per aver partecipato al Grande Fratello. E oggi sono spuntati striscioni per ricordarlo in tutta Italia: anche in Toscana.

-

“In quell’angolo di cielo dove vive il tuo sorriso…Ciao Pietro’’: è questa la frase che si legge, da questa mattina, su cavalcavia, ponti e muri di una cinquantina di grandi e piccole città italiane, da Udine a Sassari, passando per Trasacco e Terni.

GLI STRISCIONI. Sono gli striscioni, a firma CasaPound Italia, spuntati nella notte in tutto il paese per ricordare Pietro Taricone, morto il 29 giugno del 2010 a Terni per un incidente con il paracadute e sepolto a Trasacco, in provincia dell’Aquila. Un omaggio “all’amico scomparso un anno fa, che con il suo entusiasmo contagioso era stato tra i principali fautori della nascita della squadra di paracadutismo sportivo di Cpi, il ‘Gruppo Istinto rapace’, che l’attore aveva tenuto a battesimo nel febbraio del 2010”.

IL RICORDO. E anche Casapound Firenze ha voluto ricordare Pietro Taricone, affiggendo il propio striscione lungo la statale Tosco-Romagnola sul cavalcavia all’altezza di Pontassieve. “A un anno dalla scomparsa di Pietro – commenta Gianluca Iannone, presidente di Cpi – il suo sorriso è ancora dentro di noi e ci sprona ogni giorno ad affrontare con entusiasmo, coraggio e gioia di vivere le tante sfide che abbiamo di fronte. Ciao Pietro”.

Ultime notizie