Cioccolato protagonista in piazza. Creazioni in cioccolato, praline, barrette, cioccolate aromatiche, in tazza, bianco, fondente, al pistacchio, alla fragola e tanto altro ancora che sarà impossibile non cedere alle tentazioni. L’iniziativa, in programma fino a domenica 25 gennaio, è promossa dall’assessorato alle attività produttive, dal Quartiere 1, Camera di Commercio, Confartigianato, CNA e Confesercenti e sono tanti anche gli appuntamenti “col gusto”: le classiche degustazioni, i laboratori sensoriali, i workshop a tema, le dimostrazioni culinario-scientifiche, gli aperitivi in piazza e nei locali limitrofi e la cena a tema di domenica prossima.

“Da sempre si dice che il cioccolato è una dolce droga che non produce effetti negativi e che migliora l’umore – ha sottolineato l’assessore Silvano Gori -. È uno dei pochi peccati che quasi tutti si possono permettere. Un ringraziamento alla Camera di Commercio ed a tutte le associazioni che si sono impegnate per organizzare questo appuntamento che mette in luce la capacità creativa dei nostri cioccolatieri con la speranza che possa perpetuarsi nel tempo, magari anche ampliandosi”.

Anche il presidente del Quartiere 1, Stefano Marmugi, ha ringraziato gli organizzatori, si è complimentato per il nuovo allestimento ed ha auspicato un maggiore utilizzo di piazza Santa Croce. “La fiera che si apre stamani è un incoraggiamento per tutti e mi auguro che questa piazza possa essere utilizzata maggiormente dalle associazioni di categoria: proviamo, da qui, a rilanciare il commercio – ha auspicato Stefano Marmugi -. Vi chiedo di utilizzarla di più per stare di più insieme e per contrastare la crisi economica”.

“Oltre ai tanti espositori presenti in piazza Santa Croce, non dimentichiamoci dei numerosi eventi collaterali per fare conoscere il cioccolato sotto i suoi molteplici aspetti – ha commentato Paolo Fiorini Paolo Fiorini, amministratore di Cioccolato Fiere S.r.l. -. Ieri c’è stata la cena di apertura che sarà ripetuta domenica prossima. Bisogna diffondere la cultura del mangiare bene, facendo capire la differenza tra il cioccolato artigianale e quello industriale. Chi partecipa a questo appuntamento ha portato i prodotti originari ed artigianali delle proprie terre che possono essere trovati, assaggiati ed acquistati in piazza Santa Croce oppure nelle regioni di provenienza”.

“Uno degli elementi chiave di questa iniziativa, è la qualità del prodotto artigianale – ha sottolineato Gerri Martinuzzi dirigente gruppo economico Camera di Commercio di Firenze -. Nonostante si collochi in un periodo di bassa stagione per il turismo, amplia l’offerta per Firenze. Ci sono ottime prospettive di sviluppo perché registriamo, per questo settore, un trend di crescita molto interessante”.