E’ quanto appreso stamattina dal quotidiano locale Il Firenze, al quale lo “sceriffo” fiorentino ha spiegato: “la situazione dell’accattonaggio in città è diventata insostenibile, per contrastare questo fenomeno dilagante ho dato mandato al comandante Alessandro Bartolini di studiare una norma dettagliata che venga inserita nel nuovo regolamento della polizia municipale”.

La decisione dell’assessore alla vivibilità urbana è scattata dopo un incidente avvenuto qualche giorno fa, che ha coinvolto un mendicante e una signora cieca. La donna è letteralmente inciampata nella persona accovacciata sul marciapiede ed è caduta per terra. Tre denti rotti e una lesione al ginocchio, questa la diagnosi.

“Anche se l’accattonaggio non è reato – ha detto Cioni – i mendicanti distesi per terra sono un grosso ostacolo”. Le intenzioni dell’assessore non sembrano quelle di promuovere un’ordinanza come quella contro i lavavetri ma una norma da inserire nel regolamento della polizia che regoli il fenomeno e che contrasti il racket dell’elemosina.