lunedì, 20 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaControlli a domicilio, la Asl...

Controlli a domicilio, la Asl avverte: ”Attenti, è falso”

Succede nell'empolese, dove alcuni cittadini hanno segnalato che alcune persone, qualificatesi come dipendenti della Asl 11, si sono presentate alla loro abitazionedicendo di dover svolgere una valutazione della situazione assistenziale. Ma l'azienda avverte: "Nessuna iniziativa di questo tipo è stata attivata''. Ecco come comportarsi.

-

Falsi operatori Asl chiedono di svolgere controlli al domicilio degli utenti. Succede nell’empolese dove, in seguito ad alcune segnalazioni, la Asl 11 informa che non sono stati autorizzati controlli al domicilio degli anziani che fruiscono dei servizi di assistenza sanitaria.

SEGNALAZIONI. La precisazione – spiega la Asl 11 – si è resa necessaria dopo che alcuni cittadini hanno segnalato che sedicenti operatori sanitari, qualificatisi come dipendenti dell’Asl 11, ma senza esibire il cartellino di riconoscimento, si sono presentati alla loro abitazione, sostenendo di dover svolgere una valutazione della situazione assistenziale in accordo con il medico di famiglia.

NESSUNA INIZIATIVA. L’Asl 11 tiene a precisare che nessuna iniziativa di questo tipo è stata attivata ovvero che non sono stati autorizzati, da parte dell’Azienda, controlli di nessun genere al domicilio di quanti usufruiscono di servizi socio-assistenziali. Qualora l’Asl 11 avesse voluto svolgere alcuni controlli, avrebbe provveduto in tempo utile ad avvertire gli interessati.

COME COMPORTARSI. L’invito dell’azienda è quello di segnalare tempestivamente questi comportamenti sospetti, contattando le forze dell’ordine o l’Urp dell’Asl 11 al numero 0571.7051 (dal lunedì al venerdì ore 7.30 -19.30, il sabato ore 7.30 – 13.00).

Ultime notizie