Dopo l’America e il Giappone arriva anche in Italia lo strumento on line destinato a chi vuole spostarsi facilmente utilizzando i mezzi pubblici. Grazie ad un accordo tra Google Italia e la Provincia di Firenze è ora disponibile “Google Transit” anche per l’Area metropolitana fiorentina, per la zona del Mugello-Val di Sieve e quella del Chianti-Valdarno. E’ il primo servizio del genere attivo in Italia.

Ma come funziona Google Transit? Un qualsiasi utente, inserendo sul computer i dati relativi al luogo di partenza e di arrivo e gli orari della trasferta, può attivare il servizio Google Transit che immediatamente studia il tragitto più opportuno e visualizza, su una Google Map, percorso, orari di partenza e arrivo dei mezzi pubblici, stazioni, cambi e altre informazioni utili.

“Attraverso Google transit – ha spiegato il Presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi – la Provincia ha deciso di mettere a disposizione dei cittadini informazioni utili reperibili direttamente dal web. Sono molte le province italiane che stanno chiedendo lo stesso servizio ed io – ha aggiunto – sono orgoglioso di esser stato il primo ad accettare questa scommessa”.

“Se consideriamo che circa il 50 per cento degli spostamenti nel territorio provinciale fiorentino è occasionale – ha spiegato l’Assessore alla mobilità ed il trasporto della Provincia, Maria Cristina Giglioli – allora si comprende immediatamente l’importanza di uno strumento come Google transit, un aiuto concreto per il turista che sta nel Chianti ed ha bisogno di sapere quale mezzo deve prendere per raggiungere Firenze. Dunque – ha concluso l’assessore – un sistema di mobilità che funziona è un valore aggiunto per tutta la Provincia. Si tratta di un piccolo segno che le istituzioni fanno per i cittadini”.

Il servizio è completamente gratuito per gli utenti e sarà aggiornato a cadenza quindicennale. Le linee di trasporto attualmente coinvolte nel progetto sono Ataf e Li-nea.