domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaDare una facciata a San...

Dare una facciata a San Lorenzo? Regione e Soprintendenza dicono no

Si allarga il dibattito attorno all'idea lanciata dal sindaco di dotare la basilica di San Lorenzo della facciata in marmo progettata da Michelangelo. E se i fiorentini si dividono, arriva il primo no dalla Soprintendenza.

-

Pubblicità

Si allarga il dibattito attorno all’idea lanciata dal sindaco di dotare la basilica di San Lorenzo della facciata in marmo progettata da Michelangelo. E se i fiorentini si dividono, arriva il primo no dalla Soprintendenza.

C’E’ CHI DICE NO. In una lettera inviata al quotidiano al Corriere Fiorentino, la soprintendente Alessandra Marino boccia su tutta la linea l’ipotesi di completamento della facciata, a cinque secoli dalla progettazione. Dello stesso avviso anche molti altri esperti, tra cui la soprintendente del Polo museale fiorentino Cristina Acidini, secondo la quale “l’operazione non avrebbe senso senza la mano di Michelangelo”. Già perché il genio non si limitava a progettare le sue opere, ma soprintendeva ai lavori, andava in cantiere, dava i propri ritocchi personali sul momento. E senza le sue sculture la facciata rischierebbe di risultare posticcia.

Pubblicità

REGIONE. Contraria all’operazione anche l’assessore regionale Cristina Scaletti (cultura e turismo), che finora non era intervenuta nella diatriba “perché per fortuna con molta probabilità non si potrà mai fare”. “Si tratta di un’evidente provocazione – dichiara – però una precisazione voglio farla. Pensare di poter usare anche solo come argomento l’idea di ‘rifare’ la facciata di San Lorenzo è molto pericoloso. Il messaggio insidioso è che si possa modificare la storia, cancellare la classicità, ricostruire il patrimonio culturale dell’Italia privilegiando una dimensione artificiale annullando tra l’altro il fascino e il mistero straordinario dell’incompiuto”.

E CHI DICE SI’. La proposta invece ha incontrato il favore di alcuni imprenditori, come Leonardo Ferragamo. Ed è proprio quello il bacino in cui Renzi sta cercando uno sponsor per finanziare l’eventuale intervento. La cifra è stata stimata in un paio di milioni di euro, quota non così irraggiungibile. Ma prima ci sarà da passare attraverso il giudizio popolare, forse anche per mezzo di un referendum. E i fiorentini, secondo il sondaggio effettuato nei giorni scorsi da IlReporter.it, non sono granché d’accordo.

Pubblicità

COSA DICONO I FIORENTINI. Secondo la maggior parte di coloro che hanno partecipato al sondaggio la chiesa sta bene così com’è, non ha bisogno di ritocchi postumi. Figuriamoci se molto costosi. C’è anche una piccola percentuale di fiorentini incuriositi, che vorrebbero ripetere l’esperienza di Santa Maria del Fiore, a cui è stata data una facciata in marmo solo dopo qualche centinaio di anni dalla conclusione dei lavori.

E TU COSA NE PENSI? Dicci la tua via mail a [email protected] o tramite la nostra pagina Facebook.

Pubblicità

Ultime notizie