mercoledì, 23 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDehors, lanciato il concorso è...

Dehors, lanciato il concorso è subito polemica

Non trovano pace i dehors cittadini, ovvero gli spazi all'aperto di bar e ristoranti, muniti di tavolini e copertura. E' subito dibattito sul concorso per scegliere il modello da applicare agli oltre 300 esercizi fiorentini. Annunciato neanche una settimana fa dall'amministrazione comunale, il concorso è già sotto accusa da parte dell'Ordine degli architetti. Ma il vicesindaco Nardella non ci sta e replica: “polemiche sciatte e sterili”.

-

Ciò che contestano gli architetti non è il concetto del concorso di idee, ma la modalità con cui è stato messo in pratica. Modalità che non hanno potuto contribuire a definire. Almeno stando alle accuse lanciate dall’Ordine, perché secondo Nardella “l’amministrazione comunale ha inviato all’Ordine con largo anticipo una bozza del concorso, sul quale peraltro sono arrivati alcuni scarni suggerimenti che in parte sono stati recepiti dagli uffici della predisposizione del testo finale”.  Non come sostengono invece gli architetti, secondo i quali “nel bando di concorso non c’è traccia dei suggerimenti e delle osservazioni tecniche avanzate”.

“Per esempio – sottolinea il consiglio dell’Ordine – avevamo suggerito di coinvolgere la Sovrintendenza ai beni architettonici anche nella giuria, perché sarà poi la Sovrintendenza a dover dare il via libera definitivo ai progetti”. Ma anche su questo punto Nardella replica affermando che “al contrario, la Soprintendenza è stata ampiamente coinvolta in una serie di incontri a livello tecnico con i funzionari dello Sviluppo economico, incontri che hanno portato a significative innovazioni nel testo finale. Inoltre ho personalmente invitato la soprintendente Marino a valutare una partecipazione nella giuria, ben consapevole che tale decisione spetta unicamente alla stessa Soprintendenza”.

“La nomina della giuria alla scadenza del bando – precisa il vicesindaco – è infine un elemento di garanzia e trasparenza nella assegnazione dei premi, così come previsto nella disciplina normativa che riguardano i concorsi internazionali”.

Ultime notizie