Di Giorgi capogruppo, Amunni vice: queste le novità in casa Pd a Palazzo Vecchio. “Abbiamo discusso, in modo particolare, degli atti che il gruppo vuole portare avanti da qui a fine legislatura, anzitutto l’approvazione del bilancio e del piano strutturale – ha spiegato Rosa Maria Di Giorgi – Riprenderemo poi a discutere di stadio e del parco di Castello, questioni che sono rimaste sospese da alcuni mesi anche per le note vicende giudiziarie. Siamo contenti che il sindaco abbia preso parte alla riunione e partecipato alla votazione, riprendiamo con lui il lavoro e la stretta collaborazione nell’attività di maggioranza. Gli eventi che hanno condotto a questo cambio di guardia nelle funzioni di capogruppo sono indipendenti dalla volontà di tutti noi del gruppo democratico che avevamo respinto le dimissioni di Formigli. Nel momento in cui assumo questo incarico per i prossimi mesi – ha proseguito Rosa Maria Di Giorgi- voglio ringraziare e rinnovare la mia stima nei confronti dell’amico Alberto con cui ho lavorato proficuamente prima come capogruppo della Margherita e successivamente come vicecapogruppo del partito democratico”.

“Il lavoro svolto insieme – ha concluso Di Giorgi – sarà mia cura che venga proseguito così da chiudere la legislatura approvando gli importanti atti amministrativi che consentiranno di concludere il percorso di questa amministrazione iniziato dieci anni fa e ricco di scelte di grande rilievo, nella prospettiva di rendere questa città più moderna e sempre più attenta ai bisogni dei cittadini”.

“La nostra è stata un’elezione unanime – ha sottolineato il vicecapogruppo Gianni Amunni – ci impegneremo assieme al sindaco affinchè il consiglio comunale ritorni alla regolarità dei lavori e non si ripresentino gli episodi goliardici promossi dall’opposizione che hanno disturbato in queste settimane il corretto svolgimento delle sedute e minato la dignità delle istituzioni”.