lunedì, 19 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDigitale terrestre: le dieci regole...

Digitale terrestre: le dieci regole d’oro

Inizia la corsa al digitale terrestre e l'Adiconsum stila una guida in dieci punti per non rischiare di rimanere ''a secco'' di tv.

-

Anche in Toscana il conto alla rovescia per dire addio alla televisione in analogico è partito: dal 7 novembre al 2 dicembre si avvererà il passaggio al digitale terrestre. Lo switch off interesserà il 10 novembre l’alto Mugello, il giorno dopo il Mugello fiorentino, infine il 18 novembre la vecchia tv andrà in pensione nel resto della provincia di Firenze.

LE DRITTE DI ADICONSUM. In attesa della fatidica data, Adiconsum continua il programma d’informazione ai cittadini per rendere il più semplice possibile il passaggio al digitale terrestre. Domani, dalle 10:00 alle 14:00 al centro commerciale i Gigli distribuirà dei volantini con materiale informativo. Intanto propone dei consigli da seguire per vivere serenamente la rivoluzione digitale:

1 – DECODER. Per poter effettuare il passaggio è necessario acquistare un decoder che è l’unico mezzo che permette di ricevere la tv digitale. Può essere esterno o integrato nel televisore e deve essere collegato ad ogni tv presente in casa.

2- QUALE ACQUISTARE. Nell’acquisto del decoder occorre fare attenzione alle sue caratteristiche accertandosi soprattutto che l’aggiornamento del decoder sia garantito e automatico e che la ricezione dei canali preveda sia la banda Vhf che l’Uhf.

3 – CONTRIBUTI. Agli abbonati tv residenti in Toscana di età pari o superiore a 65 anni (da compiersi entro il 31/12/2011), che abbiano dichiarato nel 2010 un reddito pari o inferiore a 10mila euro, è riconosciuto un contributo di 50 euro per l’acquisto o il noleggio di un decoder.

4 – TELEVISORI. È consigliabile acquistare esclusivamente televisori con decoder HD integrato e compatibili con Cam+.

5- ANZIANI. Per le persone anziane è consigliabile dotarsi di un decoder al più presto, così da potersi abituare più velocemente alle nuove funzionalità del digitale.

6 – ANTENNA. Gli attuali impianti di antenna singoli sono idonei alla ricezione del digitale terrestre, non occorre quindi l’intervento dell’installatore. Tuttavia potrebbe essere necessario intervenire sull’impianto per migliorare la ricezione.

7- MONTAGGIO DEL DECODER. Il montaggio comprende il collegamento, la regolazione e il collaudo con brevi spiegazioni d’uso.

8- CARA ANTENNA QUANTO MI COSTI. Le tariffe indicative per l’intervento di un atennista,compreso di iva al 21% , per collegamento, regolazione e collaudo sono pari a 44 euro. L’intervento supplementare, che comprende il montaggio di più apparati è pari a 11 euro per ogni apparato, da aggiungere alla tariffa standard. Alle tariffe indicate non viene applicato il “Diritto di chiamata”.

9- PREVENTIVO. Il preventivo su sopralluogo nel caso in cui viene eseguito il lavoro dall’impresa è gratuito. Il preventivo su sopralluogo, nel caso in cui il lavoro non viene effettuato, deve essere concordato preventivamente fra le parti.

10 – INFO. Per segnalare problematiche generiche e ottenere maggiori informazioni scrivere a [email protected] oppure www.adiconsum.it dove è possibile reperire tutte le informazioni utili ai consumatori per un corretto switch off. Infine Adiconsum ha messo a disposizione degli utenti il gruppo facebook “Digitale Chiaro”.

Approfondisci la notizia: La tv diventa digitale: ecco il calendario e i rischiDigitale terrestre, istruzioni per l’uso: tutto quello che c’è da sapere

Ultime notizie