lunedì, 21 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDolci tipici e musica locale,...

Dolci tipici e musica locale, a cena con i rifugiati

Una cena a base di piatti tipici e un dopocena con balli e musica locali: la festa per l'indipendenza della Somalia, che ricorre il 1 luglio, approda al Centro di Accoglienza Polifunzionale di viale Gori (zona Peretola). Sambusi, gustosi involtini di carne, halwa, dolci tipici somali, sulle note del musicista Abdi Badil. E a tavola si fa posto anche per l'assessore Stefania Saccardi.

-

L’appuntamento è alle 19.30 al Centro Polifunzionale, nato in aprile e gestito dalla Cooperativa Il Cenacolo aderente al Consorzio Co&So Firenze.

La struttura accoglie migranti richiedenti asilo politico, garantendo loro non solo la copertura delle esigenze primarie (alloggio in camere singole o con più letti, con adeguati servizi igienici, tre pasti giornalieri, pulizia della struttura, materiale per la pulizia della camere, lavaggio della biancheria e degli indumenti personali), ma anche i servizi che mirino ad una vera e propria azione di inclusione sociale.

Presso il centro gli ospiti (attualmente sono 130, tutti di origine somala) ricevono assistenza in ambito sanitario, legale, lavorativo, scolastico, psicologico, per il raggiungimento dell’autonomia alloggiativa, oltre all’intrattenimento e la mediazione linguistico-culturale. Con l’obiettivo di offrire non solo assistenzialismo, ma uno strumento per raggiungere la piena indipendenza, stavolta non da uno Stato, ma dalle difficoltà che affliggono i migranti in terra straniera.

Ultime notizie