E dopo la discoteca (o il ristorante) tutti a casa in taxi. Dopo la sperimentazione fatta in alcuni locali del centro (“I risultati sono stati incoraggianti”, assicura Gori), ora il servizio potrebbe essere esteso. Anzi, deve. Parola dell’assessore alle attività produttive ed al commercio Silvano Gori.

Incentiviamo l’utilizzo del taxi multiplo sia per i clienti delle discoteche che dei ristoranti – spiega l’assessore – la sperimentazione sta andando bene ed è ora necessario estendere il servizio”. Nei giorni scorsi, durante Pitti Uomo, Gori ha incontrato i presidenti delle due cooperative dei taxi So.Co.Ta. e Co.Ta.Fi. per fare un bilancio sull’utilizzo del taxi multiplo durante lo svolgimento della manifestazione.

“I risultati della sperimentazione da parte di alcuni locali del centro storico sono stati incoraggianti – prosegue l’assessore Gori – è stato stabilito di proseguire con maggiore impegno nella promozione dell’utilizzo del taxi a un prezzo predeterminato soprattutto per riportare i giovani dalle discoteche a casa. L’offerta delle due cooperative dei taxi può anche essere aumentata mettendo a disposizione più autovetture. Bisogna incrementare gli incontri nelle scuole per promuovere il ritorno a casa insieme di gruppi di ragazzi, non utilizzando mezzi propri quando non si sentono sicuri alla guida”.

“Una sperimentazione simile la stiamo facendo anche con alcuni ristoratori che stanno offrendo gratuitamente alla propria clientela il taxi multiplo per il ritorno a casa e sembra che stia andando bene – conclude l’assessore Gori – è anche un modo per abbattere il traffico privato, promuovendo l’utilizzo di mezzi pubblici. Abbiamo concordato con le associazioni di categoria di incontrare anche i rappresentanti del settore della ristorazione per vedere se è possibile superare la sperimentazione e ‘mettere a regime’ il servizio, offrendo gratuitamente o a prezzi scontati il taxi multiplo per il ritorno a casa”.