venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDroga nascosta ovunque: al Mugello...

Droga nascosta ovunque: al Mugello tre giorni di controlli e denunce / VIDEO

Non solo la gara in pista: fuori (sia all'interno che all'esterno dell'autodromo) sono stati tre giorni di lavoro per la guardia di finanza. I controlli hanno interessato tutti i settori: dal 'bagarinaggio' ai controlli antidroga, dalla vendita di bevande senza licenza al commercio abusivo, dall'emissione dello scontrino fiscale agli 'scavalchi'. Ecco tutto quello che è successo.

-

Tre giorni di intensi controlli delle Fiamme Gialle fiorentine all’autodromo del Mugello, dove nel weekend si è corsa la gara di Moto Gp.

CONTROLLI. Nell’occasione sono stati impiegati ogni giorno (dalle prime ore sino a notte) circa 25 finanzieri del Nucleo di polizia tributaria, del Gruppo di Firenze e della Tenenza di Borgo San Lorenzo, oltre a 5 unità cinofile del Gruppo di Firenze. I controlli hanno interessato tutti i settori: dal “bagarinaggio” ai controlli antidroga, dalla vendita di bevande senza licenza al commercio abusivo, dalla regolare emissione dello scontrino fiscale agli “scavalchi”. Le Fiamme Gialle hanno operato sia nel perimetro esterno dell’autodromo  sia all’interno dello stesso.

NASCONDIGLI. I controlli finalizzati ad accertare lo spaccio di sostanze stupefacenti ha visto impiegate in primo piano le unità cinofile. Il fiuto dei cani – spiega la Finanza – è stato utile sia per individuare le sostanze stupefacenti nascoste addosso alle persone sia all’interno dei molti caravan e roulotte che accedono all’autodromo. E i “nascondigli” – aggiungono le fiamme gialle – sono risultati diversi e fantasiosi: nei vani motore con piccoli contenitori calamitati, negli sciacquoni dei bagni, tra il mobilio della cucina, nelle scarpe, nelle parti intime.

DROGA. Complessivamente, sono stati denunciate per possesso di sostanze stupefacenti 11 persone. Sequestrati 787 grammi di hashish e marijuana, 0.95 grammi di cocaina, 2 grammi di MDMA, 10 spinelli e 2 pasticche di Extasy. Sottoposte a sequestro, inoltre, 3.805 trombe a fiato in plastica commercializzate senza alcuna autorizzazione da un cittadino di origine polacca, che aveva introdotto la merce all’interno dell’autodromo nascondendola in doppi fondi ricavati all’interno del suo furgone.

 

{youtube}pvAx_nhxSHE{/youtube}

 

BIGLIETTI. I controlli sono stati rivolti anche all’accertamento dei diritti SIAE. Finanzieri in “borghese”, confusi tra la folla, hanno effettuato verifiche sul regolare possesso del biglietto d’ingresso al pubblico presente all’interno dell’Autodromo nonché ai venditori abusivi di biglietti. Sono stati scoperti 5 italiani che vendevano abusivamente biglietti d’ingresso e sono stati sequestrati 10 tagliandi. Sono poi stati individuati 21 italiani sprovvisti del biglietto che tentavano di  entrare nel circuito attraverso delle aperture fatte nella recinzione con tenaglie o forbici, o scavalcando le recinzioni con scale di ferro o a pioli, rampini, corde.

COMMERCIO. Nei confronti di 9 esercenti (venditori di gadget) è scattata la sanzione per la mancata emissione dello scontrino fiscale. In due casi sono stati sanzionati un esercente spagnolo e un inglese che non operavano secondo il regime fiscale italiano.  Inoltre sono stati individuati 7 ambulanti completamente in nero, che vendevano bevande alcoliche ed analcoliche senza alcuna autorizzazione commerciale. Sono stati sequestrati complessivamente 1.306 pezzi tra bottiglie d’acqua, lattine di birra e bevande analcoliche.

Jorge Lorenzo festeggia la vittoria a Firenze: piazzale Michelangelo/FotoMotoGp, ai box è quasi rissa fra Stoner e Abraham

Ultime notizie