venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDue anni dopo, si ricorda...

Due anni dopo, si ricorda don Renzo Forconi

Domenica 20 febbraio, a due anni dalla scomparsa del presidente dell'Oda, una messa, un libro e un'effigie in bronzo ricorderanno "quel prete sempre di corsa" che, per una vita intera, si è occupato dei ragazzi disabili.

-

Sarà Monsignor Giuseppe Betori a celebrare la messa commemorativa in ricordo di Don Renzo Forconi, presidente dell’Oda per oltre trent’anni, a due anni dalla sua scomparsa.

LA MESSA. Domenica mattina, alle 10, l’Arcivescovo lo ricorderà nella chiesa di Santa Maria a Quarto, in via dell’Osservatorio (Castello), nella stessa parrocchia che per Don Renzo è stata una casa per quarant’anni.

UN LIBRO E UN’EFFIGIE PER RICORDARLO. Dopo la celebrazione della messa, a mezzogiorno, ancora alla presenza di Monsignor Betori, saranno invece di scena due iniziative volute dalla Fondazione Oda in ricordo dell’amato presidente. Verrà infatti presentata una pubblicazione a lui dedicata dal titolo “Quel prete sempre di  corsa. La vita di Don Renzo Forconi e la sua missione nell’Oda”. Centoventi pagine che ripercorrono, attraverso testi e fotografie, l’operato del Forconi all’interno dell’Opera Diocesana, ma anche il suo lavoro accanto ai ferrovieri fiorentini e i suoi esordi come guida spirituale degli operai che costruirono l’autostrada del Sole.

INIZIATIVE. Al termine della presentazione, a mezzogiorno, verrà invece scoperta un’effigie in bronzo che lo ritrae, realizzata dal maestro Alidori. Questa seconda iniziativa avverrà a Villa San Luigi (via della Petraia 23, a poche centinaia di metri dalla chiesa), uno dei due centri riabilitativi dell’Oda. Per l’occasione è stata allestita una mostra dei lavori dei ragazzi disabili ospiti dell’ Oda e andrà in scena anche uno spettacolo musicale.

Ultime notizie