venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDue arresti per bancarotta, un...

Due arresti per bancarotta, un terzo è ricercato

Le Fiamme Gialle di Firenze hanno arrestato due persone accusate di bancarotta fraudolenta. Una terza è ricercata, al momento risulta irreperibile.

-

Arrestati due uomini con l’accusa di bancarotta fraudolenta. Si tratta di un commercialista 57enne originario di Cittanova (Rc) e residente a Pistoia e di un imprenditore di 57 anni nato a San Valentino Torio nel salernitano attualmente residente a Firenze. Un terzo uomo è ricercato. Le misure cautelari sono scattate in merito al fallimento di una società fiorentina operante nel settore edile e nella vendita di prodotti idraulici.

LA SOCIETA’. La società in questione sottraeva denaro e acquistava la merce senza poi pagare i fornitori. I tre, insieme ad altri amministratori, hanno inizialmente incaricato un “prestanome” di amministrare la società. Successivamente hanno fondato una seconda società per poter ritardare il fallimento della prima e consentire ai nuovi amministratori di continuare la gestione in modo occulto anche per poter ostacolare i controlli da parte degli uffici e delle autorità. La contabilità è stata tenuta in modo da non destare sospetti sul movimento del denaro.

GLI INDAGATI. Gli indagati hanno continuato ad usare la società per poter acquistare merci senza pagarle procedendo poi alla rivendita in “nero”, soprattutto nel meridione. I guadagni venivano poi ripartiti tra i soci, come veniva ripartito lo stesso patrimonio.

LA SCOPERTA. La Guardia di Finanza ha scoperto le attività illecite della società grazie al commercialista che nel corso degli anni non ha mai dichiarato i redditi. Inoltre, tutti i soggetti erano già implicati in procedure fallimentari e prefallimentari con condanne per bancarotta fraudolenta. Altre quattro persone sono coinvolte nel reato.

Ultime notizie