Dichiarare di aver smarrito il contrassegno invalidi in modo da averne più intestato in modo da poter utilizzare i permessi su più veicoli in contemporanea. È questo lo strattagemma escogitato da un fiorentino di 58 anni che però è stato scoperto dalla polizia municipale.

L’indagine è iniziata dopo che la polizia municipale del distaccamento di Campo di Marte, zona dove si trova il posto di lavoro dell’uomo, si è insospettita per le due denunce di smarrimento del permesso invalidi presentate dall’uomo nel giro di un anno e mezzo. Sono scattate quindi verifiche ed accertamenti da cui è emerso che l’uomo utilizzava i contrassegni, ambedue originali e validi a tutti gli effetti, su più veicoli a lui intestati. La polizia municipale ha quindi informato il giudice che ha disposto una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo e il sequestro dei contrassegni.

L’operazione è scattata questa mattina. Gli agenti di polizia municipale hanno rintracciato uno dei veicoli dell’uomo in sosta sullo spazio invalidi intestato ad un’altra persona: sul cruscotto uno dei contrassegni dichiarati smarriti. Successivamente è stata perquisita la casa dell’uomo che, dopo aver inizialmente negato ogni addebito, alla fine ha collaborato con i vigili consegnando i due permessi “incriminati”. Per lui è scattata la denuncia per truffa, falsità materiale e ideologica commessa da privato in atto pubblico