lunedì, 29 Novembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaE il freddo mette a...

E il freddo mette a letto gli italiani: è boom per l’influenza

Brusco aumento dei casi di influenza dalla fine di gennaio, ovvero da quando gran parte d'Italia è stata colpita dall'ondata di gelo e maltempo. I più colpiti sono i bambini.

-

C’era da aspettarselo, e i numeri lo confermano. Il freddo polare di questi giorni ha messo a letto migliaia di italiani. I casi di influenza registrati in tutto lo Stivale, infatti, hanno subito un deciso aumento, e le temperature record (in negativo) di questi ultimi giorni non possono non averci messo lo zampino. Anzi.

BRUSCO AUMENTO DEI CASI. Dall’ultima settimana dello scorso mese, infatti, “la curva epidemica dell’influenza continua la sua ascesa”. Il che, tradotto, vuol semplicemente dire che è in aumento il numero di persone messe ko dal virus. “Il livello di incidenza totale ha subito un sensibile aumento ed è pari a 8,66 casi per mille assistiti”: sono questi i risultati emersi da Influnet, progetto coordinato dal Ministero della Salute in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), il Centro Interuniversitario per la Ricerca sull’Influenza (CIRI), gli Assessorati Regionali alla Sanità, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta e i laboratori universitari di riferimento.

BAMBINI. I più colpiti, manco a dirlo, sono i bambini, soprattutto quelli sotto i cinque anni di età.

REGIONE PER REGIONE. In diverse regioni dell’Italia centrale, e in alcune regioni del Nord, è stato superato il valore soglia del 9 per mille, che rappresenta il livello più alto di intensità dell’incidenza nell’attuale stagione influenzale. Le regioni più colpite sono le Marche e il Molise, mentre va meglio – per il momento – in Toscana, dove l’incidenza è di 6,71 casi per mille assistiti.

Vademecum: Anziani, come difendersi dal freddo siberiano

Ultime notizie