Ma non è bastato: la cicogna, che da poco aveva aveva lasciato il nido, posandosi su un palo della luce, ha inavvertitamente provocato un contatto rimanendo ucciso dalle scariche elettriche, a Cavallaia, a tre chilometri di distanza dal nido.

Quella della giovane cicogna è una grave perdita sia dal punto di vista naturalistico che affettivo: ogni anno sono centinaia le persone che seguono la nidificazione dal vivo o tramite il diario sul sito web del Centro di Ricerca del Padule di Fucecchio.

Rimane la magra consolazione che almeno non si è trattato di un adulto, dato che la morte di uno dei due genitori avrebbe potuto mettere in forse la stessa possibilità di una nuova nidificazione per il prossimo anno.