Se ne è andato “Lo Scuro”. Più volte campione italiano di biliardo, Marcello Lotti aveva 79 anni, ed era diventato famoso come attore in un paio di film con Francesco Nuti e Giuliana De Sio, fra cui, appunto, “Io, Chiara e lo Scuro”, dove interpretava se stesso, ovvero un campione di biliardo.

La carriera dello “Scuro” era nata nei locali fiorentini degli anni Cinquanta, quando Lotti lavorava ancora alle poste. E’ stato nove volte campione italiano tra gli anni Sessanta e Ottanta. Poi la fama grazie a Nuti e al grande schermo.

“Una perdita che lascia un vuoto incolmabile in una disciplina sportiva di cui era l’emblema“: questo il commento dell’assessore allo sport Eugenio Giani, dopo aver appreso la notizia della scomparsa dello “Scuro”. “Marcello Lotti – ha aggiunto l’assessore Giani – ha rappresentato un esempio per tanti che a Firenze si sono cimentati nel biliardo. ‘Lo scuro’, come era comunemente chiamato, era divenuto famoso per le sue apparizioni in alcuni film con Francesco Nuti, dove ha dimostrato tutta la sua abilità. Alla famiglia – ha concluso Giani – il cordoglio dell’amministrazione comunale e mio personale”.