giovedì, 21 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaEcco Firenze Smart: Silfi Spa...

Ecco Firenze Smart: Silfi Spa cambia nome e offre nuovi servizi

Nuovi servizi andranno ad integrare quelli tradizionalmente offerti dalla storica società fiorentina di illuminazione

-

Cambio di nome per Silfi Spa che da oggi diventa Firenze Smart. Con la nascita di Firenze Smart nuovi servizi andranno ad integrare quelli tradizionalmente offerti dalla storica società fiorentina di illuminazione.

Firenze Smart: ecco quali saranno i nuovi servizi offerti

Firenze Smart si occuperà del supporto a una ampissima gamma di servizi online rivolti ai cittadini dei Comuni soci: i pagamenti PagoPA, il contact center metropolitano 055055, l’infomobilità, l’informazione di Florence Tv, le attività di comunicazione istituzionale, i sistemi informativi territoriali e molti altri come ad esempio la gestione dei “buoni viaggio” o i servizi del settore turistico-culturale (Firenze Card, Chianti Classico Card, Welcome Card e gestione dell’infrastruttura tecnologica delle biglietterie dei musei civici).

Rimangono attivi i servizi tradizionali

Firenze Smart continuerà a fornire i tradizionali servizi relativi agli impianti del Comune di Firenze, come ad esempio la gestione dell’illuminazione pubblica, della rete semaforica, delle colonnine di ricarica dei mezzi  elettrici, delle telecamere, della fibra proprietaria e dei pannelli a messaggio variabile.

Le dichiarazioni

“Oggi presentiamo una nuova società, che è l’evoluzione di Silfi: Firenze Smart offre una ancora più vasta gamma di servizi al cittadino di alta qualità” ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella. “Firenze Smart sarà il braccio operativo della Firenze del futuro a partire dalla gestione della mobilità, della digitalizzazione, degli impianti semaforici, dell’illuminazione al led: ma anche del controllo del traffico, delle telecamere di sicurezza, delle colonnine di ricarica elettrica. Molte sono attività che abbiamo già concluso, come ad esempio l’illuminazione pubblica  che ci pone fra le capitali europee con le migliori performance: siamo al 90% di sostituzione con il led per un grande risparmio sia di costi che di inquinamento”.  Ha aggiunto inoltre il sindaco: “Stanziamo 3 milioni di euro per l’innovazione tecnologica dei servizi al cittadino in un grande progetto metropolitano che, con Firenze Smart, migliorerà ancora la qualità dei servizi”.

“Il pensiero forte che sta dietro al piano industriale di Firenze Smart – dice Matteo Casanovi, presidente di Firenze Smart – è la gestione non-stop di utilità pubbliche che in qualche modo “restituiscono tempo” ai cittadini, semplificando loro la vita quotidiana: l’intelligenza dei servizi erogati non sta solo nella tecnologia e nel tasso di innovazione utilizzato, quanto nel contribuire a risolvere i problemi delle persone servite. Questa straordinaria e innovativa concentrazione ed integrazione di funzioni così importanti in una sola società (caso unico in Italia) è stata resa possibile dai Comuni metropolitani che hanno da sempre creduto che in materia di servizi smart la gestione pubblica fosse assolutamente più opportuna, efficiente ed efficace di quella privata: i dati dei cittadini, la sicurezza, le informazioni e la mobilità – conclude Casanovi – per questo territorio costituiscono il cuore di ciò che è più essenziale, prezioso, sensibile e quindi non delegabile ad una gestione esterna, terza, rispetto ai Comuni del territorio”.

I “numeri” dei servizi erogati da Silfi nel 2020

Ecco alcuni dati relativi ai servizi erogati da Silfi nel 2020:

  • la sostituzione con luci a led dell’85% dell’illuminazione pubblica
    fiorentina (48.500 punti luce) e del 100% dei semafori (3.900 lanterne),
    il consumo energetico si è ridotto del 40% portando la bolletta
    elettrica cittadina da 5 a 3 milioni di euro/anno;
  • gli interventi di efficientamento energetico compiuti su illuminazione
    e semafori, assieme al contributo dato dalle 173 colonnine di ricarica
    dei mezzi elettrici, hanno consentito nel 2020 un abbattimento di 3.500
    tonnellate di Co2;
  • il contact center metropolitano 055055, che serve una popolazione di
    circa 500mila utenti, ha gestito 455.194 contatti nel 2020 riscontrando
    un gradimento superiore all’85%;
  • i 229 servizi online realizzati da Firenze Smart per i Comuni
    metropolitani hanno avuto 978mila accessi (di cui il 50% da cellulari) e
    gestito oltre 280mila transazioni (di cui 190mila PagoPA) per un
    transato pari a circa 30 milioni di euro (di cui 22,8 milioni PagoPA);
  • sono stati trasmessi da televisioni, radio, siti web e social locali
    oltre 9.000 bollettini in tempo reale sull’infomobilità (26 edizioni al
    giorno, con aggiornamenti ogni 30 minuti);
  • ogni giorno viene garantito il funzionamento delle 1.350 telecamere
    per la videosorveglianza cittadine, servite da oltre 300 km di fibra
    ottica proprietaria;
  • sono stati prodotti e pubblicati quasi 400 servizi di Florence TV,
    dedicati alle attività e ai servizi della Città Metropolitana di Firenze
    e dei Comuni del territorio.

I servizi saranno accessibili sul nuovo sito web www.firenzesmart.it, e di immediato utilizzo da parte dei cittadini, dei turisti, dei city users e delle amministrazioni comunali.

Ultime notizie